Killing Eve: gli sceneggiatori della serie sono tutti bianchi, e il web insorge

Killing Eve: gli sceneggiatori della serie sono tutti bianchi, e il web insorge
di

Se da un lato l'ondata di proteste inerenti al movimento Black Lives Matter ha prodotto reazioni positive come le donazioni del mondo videoludico e il supporto delle star di Hollywood, dall'altro ha portato anche a polemiche spesso controverse, come quella legata agli sceneggiatori di Killing Eve.

La serie ha come protagonista una attrice asiatica, Sandra Oh, e si basa quasi interamente sull'attrazione reciproca tra un'agente di polizia e una spietata assassina. Sebbene Killing Eve cerchi con coraggio di raccontare una storia innovativa che non si basi sui soliti stereotipi, qualcuno ha notato un dettaglio che ha fatto storcere il naso ad alcuni spettatori particolarmente vicini al movimento di protesta.

Gli sceneggiatori responsabili del successo di Killing Eve sono tutti bianchi. La maggior parte sono donne, ma nessuno di loro appartiene ad una minoranza etnica. La polemica è scoppiata in seguito ad un tweet di Kayleigh Llewellyn, un'immagine in cui festeggiava insieme ai suoi colleghi su Zoom la fine della scrittura della quarta stagione.

Come riporta Variety, la foto ha subito raccolto molte critiche ed è poi stata cancellata, ma i commenti sono ancora disponibili e al centro della polemica c'è il fatto che gli autori starebbero soltanto facendo finta di interessarsi a certi problemi, per affidare invece le storyline più interessanti ai comprimari bianchi. C'è anche chi si chiede come mai una serie con protagonista una donna asiatica non abbia neanche uno sceneggiatore asiatico.

Killing Eve è arrivata alla terza stagione ed è interamente disponibile su Timvision.

FONTE: screenrant
Quanto è interessante?
4
Killing Eve: gli sceneggiatori della serie sono tutti bianchi, e il web insorge