Marvel

Krysten Ritter rivela di essersi ormai abituata all'oscurità di Jessica Jones

di

Dal momento che manca solo qualche giorno ancora all’attesissimo esordio della seconda stagione di Jessica Jones, l’indiscussa star della serie Netflix, Krysten Ritter ha rivelato ai microfoni del portale d'informazione Collider di essersi ormai abituata al proprio personaggio.

Mentre l’attrice, in passato, rivelò quanto fosse stata dura girare la prima stagione del serial, oggi sembra essersi ormai abituata all'oscurità che le impone il ruolo: “Sono migliorata molto in questa Stagione 2. Più alleni un muscolo, più ti ci abitui. Mi sembra di aver trovato un certo equilibrio. Mi assicuro di fare cose anche per me stessa ed esco assieme allo staff. Ho realizzato che mi piace ridere e divertirmi un sacco, quindi mi assicuro di ritagliarmi momenti simili e di mantenere un certo equilibrio. [...] Durante la prima stagione ero davvero depressa e non riuscivo a scrollami [l’ansia] di dosso. Oggi mi sento più disciplinata. Ma sì, Jessica è in uno spazio mentale davvero oscuro e devi prenderti cura di te, sia a livello fisico che mentale, per poter rimanere in quell’oscurità per sei mesi”.

Dopo gli eventi delle prime stagioni di Jessica Jones e The Defenders, la vita privata dell’eroina è diventata sempre meno riservata, in quanto viene ormai riconosciuta come una vigilante. La Stagione 2, di conseguenza, dovrà affrontare proprio questa sua nuova normalità: “Questo la frustra e aggiunge un altro strato di collera. Non vuole che gli altri sappiano chi sia, o che possano conoscere il suo viso, il suo nome, e la sua attività di supereroina vigilante. È l’esatto opposto di quello che vorrebbe. Di conseguenza, sta navigando in questa nuova popolarità e non c’è nessun libro di testo che possa spiegarle come affrontarla. È un elemento che stiamo esplorando“.

A dispetto dell’oscurità che circonda Jessica e della sua sconfinata voglia di isolarsi dal resto del mondo, Ritter ha poi aggiunto che la donna non rimarrà inattiva quando i suoi amici avranno bisogno di lei: “Penso che affronterà la propria solitudine e quel che vorrà fare dopo. È molto riluttante all’idea di scavare dentro sé stessa, come suggeritole da Trish. Jessica non vuole fare un bel niente. Vuole bere e si alza raramente. Ma alla fine della giornata, quando i suoi amici sono in pericolo, lei c’è. È questo che amiamo di Jessica, quello che lei fa bene. Si mostra con riluttanza perché deve farlo”.

Nonostante lei amasse molto il personaggio di Jessica Jones, Ritter ha rivelato di essere stata molto sorpresa dall’accoglienza che i fan hanno riservato all’eroina Marvel: “Sono entusiasta all’idea che presto potranno rivedere Jessica. Adoro lo show, e amo il personaggio. Mi piace quel che rappresenta. L’ho amata sin dal primo giorno in cui ho letto il copione. Ad avermi sorpresa di più è stato l’affetto che la gente ha dimostrato verso di lei. Quando lavoro penso solo a compiere al meglio la mia padre e a metterci tutta me stessa. Poi però penso ‘Ah già, lo vedrà anche la gente’, ed è terrificante”.

Ritter ha poi raccontato che vorrebbe continuare a rendere felici i fan, i quali hanno accolto positivamente la sua interpretazione ed il suo personaggio: “Non ci penso mai quando lavoro. Dopo l’uscita [di Jessica Jones], la gente ha davvero apprezzato il personaggio, e ora si veste come lei, la cita. È fantastico. Spero quindi di non deludere i nostri fan e che loro siano eccitati quanto me all’idea di rivedere Jessica”.

I fan potranno esplorare il nuovo status quo di Jessica Jones il prossimo 8 marzo, quando Netflix pubblicherà la seconda stagione del serial.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3