La quinta stagione di Arrested Development potrebbe debuttare quest'estate su Netflix

di

L'attuale panorama televisivo è dominato da revival e reboot, ma c'è uno show che ha dato inizio a questo processo prima che diventasse una moda. Stiamo parlando di Arrested Development, comedy della Fox e poi acquisita da Netflix, che potrebbe tornare con una quinta stagione nel corso di quest'estate.

A dare l'annuncio è stato Henry Winkler, meglio noto ai fan per il ruolo di Fonzie nella serie cult Happy Days, che nello show veste i panni dell'avvocato Barry Zuckercorn. Ecco le sue dichiarazioni:

"La quinta stagione arriverà a metà di quest'estate. Abbiamo girato il tutto prima di Natale". Al momento Netflix non ha ancora confermato nè smentito quanto detto dall'attore, dunque bisognerà attendere aggiornamenti futuri in merito.

Attualmente si conosce ben poco sulla trama dei nuovi episodi, ma è molto probabile che si tratti di un prequel in cui gli attori appariranno più giovani e interpreteranno i Bluth & Co. in dei flashback.

Arrested Development vede al centro di tutto Michael Bluth (Jason Bateman) e la sua famiglia eccentrica, che comprende suo figlio George Michael (Michael Cera), suo padre George Bluth Sr. (Jeffrey Tambor), sua madre Lucille (Jessica Walter), i fratelli George Oscar Bluth II (Will Arnett), Buster Bluth (Tony Hale) e la sorella Lindsay Funke (Portia de Rossi), con il marito Tobias (David Cross) e la loro figlia Maeby (Alia Shawkat).

Vi ricordiamo che la voce narrante della quinta stagione sarà Ron Howard, regista di Solo: A Star Wars Story, spin-off incentrato sulle avventure del giovane contrabbandiere intergalattico, interpretato da Alden Ehrenreich.

FONTE: Screenrant
Quanto è interessante?
0

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!