Leonardo: le 5 principali incongruenze storiche della serie

Leonardo: le 5 principali incongruenze storiche della serie
di

Leonardo, la serie tv sulla vita del grande genio del rinascimento fiorentino del XV e XVI secolo Leonardo da Vinci, ha il merito di farci conoscere molte opere dell'artista (non solo l'Ultima Cena e la Gioconda) ma anche l'adorazione dei Magi e Ginevra de’ Benci. Tuttavia vi sono delle incongruenze storiche che non possono sfuggirci.

Creata da Frank Spotnitz e Steve Thompson la serie vede Aidan Turner nei panni di Leonardo e lo show viene definito dagli stessi autori un “un crime mistery”, non un documentario, che tra realtà e finzione ci racconta la vita privata e professionale dell'artista.

  • Caterina da Cremona

Matilda De Angelis interpreta uno dei personaggi fondamentali della serie, Caterina da Cremona, la musa ispiratrice dell’artista. Il personaggio è stato creato dalle menti degli sceneggiatori che si sono ispirati ad alcuni bozzetti tra cui La Testa di Fanciulla (La scapigliata). Non ci sono infatti fonti storiche che possano confermare le sue origini. Di conseguenza, anche l’accusa di omicidio nei confronti di Leonardo è inventata dagli autori. Tuttavia Leonardo fu davvero arrestato, ma con l'accusa di sodomia nel 1476.

  • La personalità

Leonardo era descritto come un uomo elegante, carismatico, raffinato affascinante e intelligente. La serie tv ce lo mostra un po’ remissivo, troppo dolce e ingenuo e un po’ trasandato. Giorgio Vasari lo descriveva in “Le vite de' più eccellenti pittori, scultori e architettori” così: “Egli con lo splendore dell’aria sua, che bellissima era, rasserenava ogni animo mesto, e con le parole volgeva al sì et al no ogni indurata intenzione.”

  • Il Battesimo di Cristo

Leonardo divenne allievo di Andrea del Verrocchio nel 1469 e quando il maestro mostrò in pubblico il Battesimo di Cristo, dipinto al quale aveva collaborato Leonardo, ci sembra di assistere ad un’inaugurazione di una mostra d'arte contemporanea tra buffet e applausi. È molto difficile che ciò accadesse nel Rinascimento. Inoltre, quando la palla di bronzo viene sistemata sulla cupola del Brunelleschi possiamo sentire i personaggi parlare di metri e tonnellate, ma il sistema metrico decimale non era ancora stato introdotto.

  • Stefano Giraldi

Se Caterina da Cremona non è mai esistita nella realtà, anche l’investigatore Stefano Giraldi (Freddie Highmore) è frutto delle menti di Frank Spotnitz e Steve Thompson, il personaggio è stato inventato per indagare sull’omicidio della bella Caterina e sul coinvolgimento di Leonardo.

  • La maledizione
Un'altra scelta stilistica che non trova risconto nella storia è quella che riguarda la maledizione di Leonardo, nel secondo episodio infatti ci viene mostrato il primo ricordo d'infanzia di Leonardo che è legato proprio al rapace che si è posato sulla sua culla quando era ancora in fasce. Una maga dedita alle pratiche occulte rivela alla madre del piccolo che il bambino è maledetto, ma non sono mai giunte fino a noi queste voci.

Leggete la nostra recensione di Leonardo e scoprite quali sono le 5 invenzioni che la serie Leonardo non ci ha mostrato.

Quanto è interessante?
1