Lino Banfi compie 84 anni: riviviamo la grande carriera dell'attore pugliese

Lino Banfi compie 84 anni: riviviamo la grande carriera dell'attore pugliese
di

Oggi 9 luglio è il compleanno di uno dei più celebri volti del cinema e della televisione italiana: spegne 84 candeline Lino Banfi, grande interprete della commedia sexy all'italiana. Rivediamo alcuni dei successi dell'attore pugliese che hanno accompagnato le famiglie italiane per intere generazioni.

Nato ad Andria nel 1936, Lino Banfi nel corso della sua vita ha collaborato con grandi registi e attori italiani, ed interpretato ruoli sia comici che drammatici. Uno dei primi film in cui partecipa come co-protagonista è "L'esorciccio", parodia del film horror iconico "L'esorcista" del 1973, che diventa a sua volta un cult, scritto e diretto da Ciccio Ingrassia, in cui Banfi interpreta Pasqualino Abate, il ragazzo posseduto.

Ma tutti lo ricordiamo per le interpretazioni nella commedia sexy all'italiana degli anni Settanta e Ottanta al fianco di donne bellissime come Edwige Fenech in "Cornetti alla crema", Nadia Cassini ne "La liceale nella classe dei ripetenti", Janet Agren in "L'onorevole con l'amante sotto il letto" e molte altre.

Se c'è però un film che tutti quanti conoscono anche solo per sentito dire, è sicuramente "Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio" del 1983 con la regia di Sergio Martino. Banfi, nei panni di Altomare Secca, recita il celebre rituale voodoo-pugliese: "Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio, ego me baptizo contro il malocchio. Puh! Puh! E con il peperoncino e un po' d'insalèta mi protegge la Madonna dell'Incoronèta; con l'olio, il sale, e l'aceto mi protegge la Madonna dello Sterpeto; corrrrrno di bue, latte scremèto, proteggi questa chésa dall'innominèto.", formula cinematografica che è passata alla storia della commedia all'italiana.

Ma Lino Banfi ha davvero lasciato la sua impronta nel cinema italiano collaborando con altri grandi artisti quali Paolo Villaggio, Massimo Boldi, Milena Vukotic, Johnny Dorelli. Negli anni Novanta cambia genere approdando alla fiction "Un Medico In Famiglia", dove ricopre il ruolo di Libero Martini, personaggio che interpreterà per dieci stagioni.

Nei Duemila ha lavorato con Carlo Varzina al suo "Buona Giornata", insieme ai colleghi Diego Abatantuono, Christian de Sica, Vincenzo Salemme, Teresa Mannino e Maurizio Mattioli, per arrivare a "Quo Vado?" di Gennaro Nunziante insieme a Checco Zalone.

Con una carriera tanto vasta da non poter essere raccontata in poche righe, noi auguriamo un felice compleanno a questo grande attore del cinema nostrano. Auguri Lino!

Quanto è interessante?
3