Little America: Kumail Nanjiani e Emily V. Gordon per la nuova serie Apple

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Kumail Nanjiani e Emily V. Gordon scriveranno una nuova serie antologica prodotta da Apple e intitolata Little America, che affronterà di petto il razzismo dilagante negli States.

La coppia di sceneggiatori, marito e moglie anche nella vita, sono stati recentemente nominati agli ultimi Premi Oscar per lo script della commedia The Big Sick, con lo stesso Nanjiani protagonista al fianco di Zoe Kazan.

Secondo quanto riportato dall’Hollywood Reporter, Little America si baserà su una serie di storie realmente accadute pubblicate su Epic Magazine. Apple ha già ordinato otto episodi della durata di mezz’ora ciascuno, e va ad aggiungersi alle altre serie già ordinate dal colosso tecnologico in vista del lancio della sua nuova piattaforma di streaming digitale. Alla società si sono già uniti nomi illustri quali Damien Chazelle, Reese Witherspoon, Steven Spielberg e Jennifer Aniston. Recentemente, purtroppo, Kristen Wiig è dovuta uscire di scena per conflitti nella sua agenda, dato che è impegnata nelle riprese dell’atteso Wonder Woman 1984.

Tra gli showrunner di Little America ci sarà anche Lee Eisenberg (The Office, SMILF) che sarà anche produttore esecutivo dello show, insieme ad Alan Yang (Master of None). Di seguito la prima sinossi ufficiale.

Sinossi: Tutti qui proveniamo da qualche altra parte. Persino i Nativi Americani oltrepassarono lo stretto di Bering a un certo punto. Questo è alla base dell’idea americana – un’identità aperta a tutti – ma può essere facile dimenticarsene dall’interno. Ed è qui che la politica si imbruttisce, come accaduto recentemente, da quanto la nostra storia politica è diventata una storia di colpe e paura. Little America intende ritrarre pienamente questa situazione, vi presenteremo alcune delle storie. Incontrerete una donna che ha baciato un auto per 50 ore. Un uomo che è fuggito dal comunismo grazie a un cavo d’acciaio. Un sindaco indiano in una cittadina del Kansas. Queste storie sono un piccolo e collettivo ritratto degli immigrati d’America. E un ritratto dell’America stessa.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
1