di

Dopo il successo del primo episodio di Loki, Everyeye ha avuto l'onore e il piacere di intervistare la regista della serie Disney+ Kate Herron e anche due delle protagoniste femminili dello show, ovvero Wunmi Mosaku e Gugu Mbatha-Raw.

Sulla serie e o soprattutto sul suo protagonista, Kate Herron ha detto: "Amo il personaggio di Loki, ed è molto amato da tutti e sentivo il dover di rispettare ciò che in precedenza era stato fatto con lui ma, anche assicurarmi che ci fosse una valida ragione per tornare in scena e che la storia fosse abbastanza interessante per allargare l'orizzonte di Loki, qualcosa che sarebbe piaciuto al pubblico".
E sul design a metà tra analogico e digitale, la regista ha rivelato come è nata l'idea di un set di questo tipo: "Inizialmente ho pensato ad un'architettura più brutale per via dei Custodi del Tempo, ed il loro sembrare grandissimi, quasi divini. Ma al di là di qualsiasi forma di ispirazione, la nostra voleva essere una grande lettera d'amore allo Sci-Fi. Ci sono così tante ispirazioni in questo show, grandi o piccole che siano e ognuna di queste ha il suo peso".

Wunmi Mosaku ha poi parlato del suo personaggio, B-15, che ha saputo tenere testa in maniera egregia al dio dell'inganno: "Adoro B-15, lei è così audace, impenitente e schietta. Lei è così, se stessa, poco importa chi abbia davanti, dio, semiodio, umano o chiunque altro. La adoro e penso sia importante mostrare donne forti che non si tirano indietro, che non cercano di essere simpatiche e che non cercano di piacere agli altri. Essere parte del MCU è un'assoluta goia".

Gugu Mbatha-Raw invece, sul Giudice Renslayer ha detto: "É stato molto divertente interpretare questo personaggio autoritario, qualcuno che possa bacchettare Loki. Per me, un ruolo del genere è una totale novità. Con il proseguire dello show, le cose si faranno più interessanti ed intense per lei. Non vedo l'ora che il pubblico scopra come la storia si evolverà".

Quanto è interessante?
5