Loredana Bertè ammette: "Non dovevo lasciare la mia carriera per Borg"

Loredana Bertè ammette: 'Non dovevo lasciare la mia carriera per Borg'
di

Nel corso di un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, Loredana Bertè ha fatto il punto della sua carriera e anche della sua vita sentimentale, ammettendo di aver commesso una serie di errori che al giorno d'oggi sicuramente non ripeterebbe.

Uno dei suoi più grandi sbagli è stato sicuramente quello di appendere momentaneamente al chiodo la musica per Björn Borg, il noto tennista svedese con cui è stata sposata dal 1989 e il 1991. Questa relazione fu particolarmente bersagliata dalla stampa scandalistica, e non fu di certo semplice per i due fare i conti con così tante difficoltà, tanto che la stessa Bertè tentò il suicidio.

"Non dovevo lasciare la mia carriera per Borg. Questo è stato uno dei più grandi errori che io abbia commesso. Credevo di farmi una famiglia e non è andata così".

E sul pancione che fece scandalo a Sanremo 1986, Loredana dice: "Di quello non mi pentirò mai. È stato un atto di liberazione, il grido di emancipazione di una donna. Una donna incinta non è malata, anzi è il momento in cui è più forte, dà vita a un altro essere umano. Quell’esibizione fu come un video fatto dal vivo: un mese di prove a Roma, un balletto in stile Madonna pensato da Franco Miseria, ma tutti parlarono solo della pancia".

Tra i momenti più difficili naturalmente la morte di sua sorella Mia Martini: "Quando è venuta a mancare Mimì nel 1995 mi sono chiusa in casa a fissare il soffitto per 2 anni. Poi ho incanalato tutto quel dolore sempre e comunque nella musica"

Quanto è interessante?
4