Lost, ecco come la serie tv ABC vide la luce

di

Molti l'hanno amata per i suoi misteri, le sue storie, i suoi personaggi, ma la maggior parte dei fan non sa come è stata concepita la serie cult durata per sei anni e trasmessa dal network americano ABC, ovvero Lost. A scoprire tutti i retroscena vi è un documento di ben venti pagine (e di cui vi riportiamo qualche stralcio) scritto da J.J. Abrams e Damon Lindelof in cui veniva promesso al canale alfabetico che Lost sarebbe stato una sorta di procedurale senza una struttura serializzata e mitologica, che non sarebbe stato ascrivibile ad uno specifico franchise, che tutto avrebbe avuto un senso e che non ci fosse stato un "mistero definitivo", e che i protagonisti avrebbero vissuto in una sorta di palazzina primitiva tipo Melrose Place e che infine ci sarebbero state tante guest-star.

Tante belle parole, peccato che fossero tutte bugie per convincere ABC ad ordinare la prima stagione di questo progetto televisivo, che ha debuttato ben nove anni fa. I due autori assunsero Javier Grillo-Marxuach, Paul Dini, Jennifer Johnson e Christian Taylor per tranquillizzare il canale: "Il loro mestiere era, dopo otto o nove settimane, quello di presentare un documento alla ABC (che per allora avrebbe già visionato il pilot) per convincerli che la serie sarebbe stata esattamente il tipo di prodotto che la rete voleva, mentre io e J.J. eravamo alle Hawaii per girare il pilot, chiamandoli ogni tre per due per dargli nuove idee. Nel documento avremmo dovuto scrivere che non saremmo mai stati serializzati e ascrivibili ad uno specifico genere, che non avremmo ripetuto l'esempio di Alias: anche se pensavo avremmo finito per fare lo stesso molte cose, quel documento era necessario per dire alla ABC, "Ecco come sarà lo show'". Nel documento Lost veniva addirittura definito come una sorta di medical show in cui veniva mostrato come applicare la medicina moderna senza attrezzature e con Jack nel ruolo di una specie di Dr. House costretto a fare diagnosi senza nessun aiuto esterno. Naturalmente ci sarebbero stati anche i casi di puntata con dentro un mistero e la relativa indagine per venirne a capo, ed una parte legal, come discussioni sul furto di cibo o sul formare una nuova società, come conferma lo stesso Lindelof: "Dopo aver scritto i primi due episodi era chiaro che non saremmo mai riusciti a seguire quel documento, che quella bozza sarebbe stata assolutamente inutile". Già dal terzo infatti si capisce che gli autori avevano dato alla serie una direzione che ABC voleva evitare, ma dato che gli ascolti davano ragione a loro due (in aumento dopo i 18,7 milioni del pilot), il canale lasciò correre. Di seguito altri stralci dal documento: "Fedeli al nostro proposito di fornire spiegazioni razionali, i nostri naufraghi faranno delle scoperte sin dai primi episodi che indicano come il mostro potrebbe essere stato creato dall'uomo e alcune spiegazioni illuminanti sulla sua natura, ad esempio: potrebbe essere stato creato dai precedenti abitanti dell'isola o essere parte di un sistema di sicurezza che lo renda spaventoso anche quando non c'è. I nostri personaggi si costruiranno i loro appartamento, un po' come un Melrose Place primitivo. Tratteremo Lost come un romanzo di Michael Crichton, ad ogni elemento fantastico sarà appoggiato su una base reale e il paranormale avrà una spiegazione logica che ricorderà ai telespettatori che questo è il mondo reale. Lost è uno show sui personaggi, tutto girerà intorno ai personaggi: triangoli amorosi, alleanze, emarginazioni... sarà un po' come avere The O.C. sull'Isola, solo ad un livello più alto". Anche in questo caso però ci sono delle differenze, come i 47 sopravvissuti di cui solo 14 veramente importanti con molte diversità tra i vari personaggi: ad esempio Sawyer sarebbe stato un potenziale suicida con tanto di lettera d'addio, Boone sarebbe stato schizofrenico, malattia tenuta a bada dai farmaci, cure interrotte un mese prima dello schianto; gli incubi di Claire sarebbero stati causati da suo figlio Aaron mentre Locke aveva un piano ed una delle sue buche avrebbe fatto sprofondare Hurley. Ci sarebbe stato anche il cane, Vincent, che avrebbe assunto una posizione scomoda, dato che sarebbe stata un'altra bocca da sfamare, una questione che avrebbe acceso un dibattito sul se ucciderlo o meno, con Michael costretto a prendere una decisione, ovvero se contrariare l'accampamento o suo figlio. "Crediamo davvero che LOST sia diverso da qualunque altra cosa che abbiamo visto in televisione. Dalle ambientazioni incredibili, al cast unico, formato prevalentemente da volti nuovi ed entusiasmanti (per non parlare del fatto che è il cast più numeroso di qualunque altra serie ora in onda), LOST offre qualcosa ad ognuno: una serie fatta su misura, in grado di appassionare un pubblico più vasto possibile. Alla moda. Spaventoso. Divertente. Misterioso. Romantico. Dall'impronta cinematografica. Ma, più di ogni altra cosa, inaspettato. Speriamo di poterci perdere insieme con LOST".

FONTE: slashfilm.com
Quanto è interessante?
0

Lost - Stagione 6

Lost - Stagione 6
  • Regia: Vari
  • Interpreti: Matthew Fox, Jorge Garcia, Maggie Grace, Josh Holloway, Yunjin Kim, Evangeline Lilly, Rebecca Mader, Elizabeth Mitchell, Terry O'Quinn
  • Nazione: Usa
  • +