Lucifer, una vecchia idea folle è stata scartata: "La realtà ha superato la fantasia"

Lucifer, una vecchia idea folle è stata scartata: 'La realtà ha superato la fantasia'
di

Gli sceneggiatori di Lucifer hanno avuto sempre una certa libertà di azione, spaziando tra situazioni stravaganti e trame decisamente folli, ma c'è stato uno scoglio davanti al quale hanno dovuto arrendersi anche loro. Stiamo parlando della politica, un mondo nel quale la realtà supera spesso ogni immaginazione.

In una recente intervista con CBR, il co-showrunner Joe Henderson ha raccontato un'idea che era venuta durante la preparazione della seconda stagione di Lucifer, che avrebbe visto il protagonista, interpretato da Tom Ellis, entrare nella sfera politica.

"Una delle nostre storie riguardava Lucifer che si candidava per un incarico locale a Los Angeles" ha ricordato Henderson. "Eravamo all'inizio di tutto con Trump, e la Warner Bros. ha detto: Ehi, sapete, le tensioni politiche iniziano a diventare un po' troppo forti, e poi, tutto quello che sta accadendo in politica in questo momento è così folle... non so se sareste in grado di starci dietro prima che vada in onda."

Lo showrunner, non troppo convinto, rinunciò così a sviluppare quella trama, ma col senno di poi ammette che, nel periodo in cui quell'episodio avrebbe dovuto essere pronto la situazione era completamente sfuggita di mano. "Ogni idea che avevamo era impallidita rispetto alla realtà. Non si trattava di tenere lo show fuori dalla politica: qualunque cosa avesse fatto Lucifer, sarebbe sembrata nulla a confronto con la realtà. L'assurdo era diventato normale. Ma è una storia che resterà per sempre nelle teste dei nostri sceneggiatori."

Per altri approfondimenti su Lucifer, rimandiamo agli allenamenti in palestra di Tom Ellis e alle 5 cose preoccupanti in vista dei nuovi episodi.

Quanto è interessante?
1