Luke Cage, il rimpianto dello showrunner: "Avrei voluto un cameo di Prince"

Luke Cage, il rimpianto dello showrunner: 'Avrei voluto un cameo di Prince'
di

Prima di essere cancellata nel 2019, Luke Cage aveva il suo zoccolo duro di fan e una strepitosa colonna sonora, tra le migliori in una serie Marvel e non solo, grazie ai compositori Adrian Younge e Ali Saheed Muhammad e a una serie di "ospiti" musicali di alto livello. Chissà cosa sarebbe successo in un tale contesto con un'apparizione di Prince.

Già, perché come abbiamo appreso nei giorni scorsi l'intenzione dello showrunner Cheo Hodari Coker era quella di portare il leggendario musicista nello show. La morte di Prince nel 2016, però, ha purtroppo impedito al progetto di prendere corpo.

In un tweet visibile anche in calce alla notizia, Cheo Hodari Coker ha raccontato che, secondo i suoi piani, mostrando a Prince i primi due episodi di Luke Cage avrebbe potuto convincerlo a recitare nel finale della prima stagione. In particolare, lo showrunner ha citato la gag del "barattolo delle parolacce" di Pop: pare infatti che il cantautore ne avesse uno anche a casa sua, poiché non sopportava la volgarità del linguaggio, e che obbligasse i suoi ospiti a pagare una cifra simbolica quando infrangevano il "divieto".

Dopo la cancellazione di Luke Cage, intanto, il protagonista Mike Colter non ha ricevuto proposte dai Marvel Studios per entrare nel Marvel Cinematic Universe. Se non l'hai ancora fatto, invece, puoi dare un'occhiata alla nostra recensione della stagione 2 di Luke Cage.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
2