Che malattia ha Dustin di Stranger Things? Tutto sulla patologia del personaggio

di

Il ritorno di una delle serie più apprezzate degli ultimi anni sembra ormai prossimo: Stranger Things tornerà prossimamente con la sua quarta stagione, che continuerà le avventure di Undici e dei suoi amici. Intanto, le novità non si sprecano dal set, e abbiamo scoperto che nientemeno che Robert Englund farà parte del cast di Stranger Things 4.

Per permettervi di non fremere troppo nell'attesa, in ogni caso, abbiamo dedicato alla serie diversi approfondimenti utili e FAQ, come per esempio una guida completa a tutti i capitoli di Stranger Things, o anche un approfondimento su che cosa voglia dire Stranger Things, o ancora quanto sia alto un Demogorgone in Stranger Things. E mentre abbiamo approfondito anche le location del set di Stranger Things 4, oggi torniamo a parlare della produzione della serie ideata da Ross e Matt Duffer per parlare di una cosa che in molti si sono chiesti: ma di che disturbo soffre il nostro amato Dustin? Facciamo chiarezza.

Piccolo riassunto, per coloro che lo desiderano. Uno dei personaggi con più fan in tutta la serie è senza dubbio Dustin, interpretato dal bravissimo Gaten Matarazzo. Dustin è di sicuro tra i membri più simpatici della combriccola di Mike, e ha avuto più di una storyline interessante: come non citare il bellissimo duetto con Suzie nella terza stagione? Immaginiamo che stiate già cantando The NeverEnding Story!

Ma in molti si ricorderanno che Dustin ha anche una grande particolarità: il fatto di avere una dentatura molto particolare, sottosviluppata, e che gli dona una pronuncia tutta sua, soprattutto quando si tratta di articolare sibilanti come la "s" e la "z". Ebbene, dovete sapere che (purtroppo) non si tratta di una scelta narrativa per dare profondità al personaggio, bensì di una vera e propria condizione dell'attore: Gaten infatti è affetto da displasia cleidocranica, un'anomalia genetica che prevede un mancato sviluppo della dentatura, e altre problematiche, spesso diverse tra loro, e che possono essere più o meno debilitanti.

Il giovane Gaten non ha mai nascosto la sua anomalia, anzi: si è fatto ambasciatore di una sensibilizzazione, non solo nel confronto di questa problematica, ma anche di ogni tipo di disturbo che può sembrare a prima vista "anomalo", portando la gente ad accettare, e accettarsi, nelle proprie "diversità". Un grandissimo messaggio, molto maturo e intelligente, da parte di un brillante attore. Non potremmo essere più orgogliosi di così di te, Gaten.

E ora siete voi a parlarci: conoscevate la condizione di Gaten Matarazzo di Stranger Things? Vi piace la campagna di sensibilizzazione operata dall'attore? Fatecelo sapere, come sempre, con un bel commento nello spazio dedicato!

Quanto è interessante?
7