Margaret Atwood, l'autrice di The Handmaid's Tale sull'aborto in USA: "Senza è schiavitù"

Margaret Atwood, l'autrice di The Handmaid's Tale sull'aborto in USA: 'Senza è schiavitù'
di

Archiviato il record negativo di The Handmaid's Tale agli ultimi Emmy, Margaret Atwood ha voluto dire la sua sulla bozza di legge che sembra voler ribaltare negli USA la storica sentenza Roe contro Wade della Corte Suprema in merito alla libertà d'aborto.

La scrittrice proprio sull'argomento ha pubblicato un saggio sul The Guardian in cui si legge: "Le donne che non possono prendere le proprie decisioni sull'opportunità o meno di avere bambini vengono private delle più basilari libertà. Questa è schiavitù perché lo stato rivendica la proprietà dei loro corpi e il diritto di stabilire l'uso a cui devono essere destinati i loro corpi".

Margaret Atwood che ha creato il mondo distopico di The Handmaid's Tale in cui le donne sono ridotte a schiave sessuali con il solo scopo di partorire bambini ha poi aggiunto: "L'unica circostanza simile per gli uomini è la coscrizione in un esercito. In entrambi i casi, c'è un rischio per la vita dell'individuo, ma un coscritto dell'esercito è almeno provvisto di cibo, vestiti e alloggio. Anche i criminali nelle carceri hanno diritto a queste cose. Se lo stato impone il parto forzato, perché non dovrebbe pagare per l'assistenza prenatale, per il parto stesso, per l'assistenza postnatale e, per i bambini che non vengono svenduti a famiglie più ricche, per il costo dell'educazione del bambino stesso?".

Sulle pagine del giornale si legge poi: "Se uno sceglie di avere un bambino, questa è ovviamente una questione diversa. Il bambino è un dono, dato dalla vita stessa. Ma per essere un dono questo deve essere gratuito. Un regalo può anche essere rifiutato. Un dono che non può essere rifiutato non è un dono, ma un sintomo di tirannia. Non si può imporre alla donna di partorire. Nessuno obbliga le donne ad abortire. Nessuno dovrebbe costringerle a partorire".

Margaret Atwood conclude: "È schiavitù: la pretesa di possedere e controllare il corpo di un altro e di trarre profitto da tale pretesa".

In attesa di scoprire cosa accadrà negli Stati Uniti, vi rimandiamo alle ultime novità su The Handmaid's Tale 5, sperando che quanto descritto da Margaret Atwood non finisca per diventare realtà andando ben oltre la finzione scenica.

FONTE: DEADLINE
Quanto è interessante?
1