Marianne: quali erano i piani di Netflix prima della cancellazione?

Marianne: quali erano i piani di Netflix prima della cancellazione?
di

La serie TV horror Marianne è stata cancellata l'anno scorso da Netflix dopo una sola stagione. Lo show televisivo, però, era stata ampiamente apprezzata non solo dal pubblico, ma anche dalla critica. Allora per quale motivo venne cancellata?

Marianne è stato un prodotto targato Netflix Francia, ed è uscito il 13 settembre 2019 con i suoi 8 episodi che ne compongono la prima e unica stagione. La storia narrata è quella di Emma Larsimon (Victoire Du Bois), una scrittrice horror che è costretta a tornare a Elden, cittadina dove ha trascorso l'infanzia, per indagare su una serie di misteri che sembrano legare in maniera indissolubile i suoi scritti di finzione sulla strega Marianne a degli sconcertanti fatti che avvengono nel mondo reale. Il 17 gennaio 2020, Samuel Bodin, lo showrunner della serie, ha annunciato con un post sul proprio account Instagram che la serie era stata cancellata.

Non accade molto spesso che Netflix motivi le proprie decisioni circa a rinnovi e cancellazioni e nel caso di Marianne le motivazioni potrebbero celarsi dietro ai suoi "numeri". Considerando che, infatti, la prima stagione di Marianne è stata pubblicata il 13 settembre 2019, Netflix sicuramente aveva concesso un intero quadrimestre allo show per ottenere un buon numero di visualizzazioni. Non abbiamo a disposizione i dati sulla popolarità avuta in quel periodo dalla serie, ma sappiamo con certezza che lo show ha raggiunto la fama solo dopo la sua cancellazione e, forse, è divenuto popolare proprio a causa della sua cancellazione. Probabilmente, Netflix si aspettava risultati migliori sin dall'inizio, e non pensava che, dopo aver deciso di non rinnovarlo, il prodotto sarebbe diventato così popolare da attirare critiche positive persino da un maestro dell'horror come Stephen King.

Quali erano, però, i piani originali? Secondo il creatore della serie dovevano esserci tre stagioni. La storia avrebbe richiesto infatti la suddivisione in tre grandi capitoli. Con Quoc Dang Tran, il co-sceneggiatore, avevano già iniziato a lavorare alla seconda stagione perché Netflix adorava lo spettacolo e gli aveva chiesto di iniziare a scrivere molto presto dopo l'uscita della prima stagione. Quindi è bastato davvero poco tempo per far sì che Quoc e Julien Honoré iniziassero a lavorare alla seconda stagione.

Con la prima stagione, il tema è l'amicizia e il perdono. Nella seconda stagione, invece, volevano che i protagonisti si innamorassero davvero e soprattutto Emma, dopo averlo tanto desiderato, si sarebbe affezionata di una donna anziana, una scrittrice sofisticata e di classe. Emma odiava quello che scriveva, ma avrebbe incontrato questa persona in una strana circostanza e se ne sarebbe innamorata follemente. Inoltre, la storia della seconda stagione avrebbe parlato di quali errori possono essere commessi quando una persona si innamora davvero. Questa donna, infatti, avrebbe usato Emma in modo diabolico e malvagio. Camile, l'assistente di Emma, avrebbe cercato di salvarla facendole aprire gli occhi.

Mentre vi lasciamo a un nostro primo sguardo alla serie TV Marianne e alla successiva recensione di Marianne, ora è il vostro turno: quali pensate che siano le ragioni dietro la cancellazione di Marianne da parte di Netflix?

Quanto è interessante?
1