Marilyn Manson, archiviata un'accusa di abusi sessuali: "Il caso non sussiste"

Marilyn Manson, archiviata un'accusa di abusi sessuali: 'Il caso non sussiste'
di

Nei mesi scorsi hanno fatto molto clamore le accuse di abusi sessuali mosse nei confronti di Marilyn Manson e a quanto pare, almeno una di queste accuse sarebbe stata archiviata per mancanza di prove.

Un'ex fidanzata dell'icona metal identificata solo come Jane Doe, ha dichiarato che Manson l'avrebbe violentata ripetutamente e che addirittura avrebbe minacciato di ucciderla. Un giudice ha stabilito che le accuse non sono sufficienti per invocare una sentenza e che per tale ragione il caso non sussiste. Jane Doe ha 20 giorni per modificare le sue dichiarazioni con ulteriori dettagli nel tentativo di ribaltare la sentenza.

Contro il cantante pendono ancora vari capi di imputazione e sono per il momento in atto altre tre cause: una da parte di un ex assistente che ha rivelato di essere stata percossa svariate volte, una dall'attrice Esmé Bianco che accusato Marilyn Manson di aggressione sessuale e percosse, e una da Ashley Morgan Smithline per abusi, violenza sessuale, violenza fisica e coercizione.

Dopo le prime accuse mosse da Evan Rachel Wood, il legale di Marilyn Manson ha precisato che il suo assistito è innocente fino a prova contrarie e che queste calunnie non sono altro che frutto di una cospirazione volta a screditare l'immagine pubblica del cantante e tutto il suo lavoro.

FONTE: Vulture
Quanto è interessante?
4