Netflix

Matthew Modine stuzzica i fan sul ritorno di Brenner in Stranger Things 4

di

Attraverso la pubblicazione di un breve video suoi social ieri è stata confermata la produzione della quarta stagione di Stranger Things. Anche i membri storici del cast hanno pubblicato sul proprio account social il video per annunciare l'arrivo di nuovi episodi ma uno in particolare ha suscitato qualche domanda nei fan: Matthew Modine.

L'interprete del dottor Brenner nella prima stagione dello show dei fratelli Duffer ha retwittato in maniera piuttosto enigmatica il post dell'annuncio della quarta stagione. Lo scienziato del laboratorio di Hawkins che stava sperimentando il Sottosopra e testando i poteri di Undici (Millie Bobby Brown) apparentemente era stato ucciso al termine della prima stagione dal Demogorgone. Gli spettatori pensarono inevitabilmente alla sua morte, senza che questa venisse realmente specificata. E ora arriva il tweet misterioso di Matthew Modine.

L'attore cita il video dell'annuncio di Netflix accompagnato dalla frase 'Ding dong...', in riferimento al suono dell'orologio nel filmato mentre mostra il Sottosopra e la frase 'Non siamo più ad Hawkins'. Quindi è possibile che Brenner sia stato semplicemente catturato al termine della prima stagione, senza che venisse ucciso.
Molti pensano che l'Americano di cui si fa riferimento nella scena finale della terza stagione sia proprio Brenner e non Hopper, come molti fan credono. Anche quest'ultimo sembra proprio che sia morto nel finale della terza stagione ma gli spettatori non hanno potuto averne la certezza.
Che cosa nasconde quel 'Non siamo più ad Hawkins'? L'annuncio della quarta stagione è stato accompagnato anche da un accordo tra Netflix e i fratelli Duffer.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
3