Maurizio Costanzo contro la TV: "la guardano solo i vecchi"

Maurizio Costanzo contro la TV: 'la guardano solo i vecchi'
di

Maurizio Costanzo non è solito mandarle a dire, ed in un'intervista rilasciata per Libero, ha fatto il punto sulla situazione della televisione italiana, in cui ha parlato anche del suo programma "Storie di Un'Italiana", in onda domani su Rai2 alle ore 14:50 con il terzo episodio su otto.

Secondo Costanzo la TV italiana è in salute, ma "ormai la vedono solo gli sfonda-divani, le tante coppie in pensione, dai 50 anni in su. In particolare sono donne, over 65 e laureate. Non è vero che i giovani guardano la tv... non la vedono manco morti! E chi dice di fare una tv per giovani o è un mentecatto o è un mentitore".

Alla domanda dell'intervistatore, secondo cui senza Costanzo la TV italiana sarebbe stata peggiore, il marito di Maria De Filippi ha raccontato di aver "sempre detestato l’atteggiamento snob di chi non guarda la tv, disprezzandola. D’altronde, gli stessi intellettuali che la snobbavano poi mi pregavano di poter comparire nei miei programmi".

Storie di un'italiana racconta i giganti della TV italiana, ma Costanzo non ne ha scelto uno, in quanto secondo lui "i giganti tra i giganti fossero i registi di quegli anni. Penso ad Antonello Falqui o Enzo Trapani, ma anche a Eros Smacchi e Vito Molinari. Il successo del varietà si deve a Falqui: ebbe l’intuizione di attingere al cabaret per fare la tv. Oggi che non ci sono più cabaret, un ragazzo che voglia fare intrattenimento dove va? L’ultimo grandissimo intrattenitore è Fiorello, che debuttò con me a Buona Domenica".

In passato Maurizio Costanzo si è anche duramente scagliato contro il GF Vip.

Quanto è interessante?
1