Merlin: 5 buoni motivi per rivedere la serie fantasy

Merlin: 5 buoni motivi per rivedere la serie fantasy
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Merlin è una serie fantasy che racconta le avventure del mago Merlino e di Artù Pendragon in età giovanile, descrivendo il loro primo incontro e l'evoluzione del loro rapporto. Ecco, quindi, quali sono, secondo noi i 5 motivi per cui dovreste iniziare a vedere o dovreste rivedere questa serie televisiva.

  1. Il ciclo arturiano: inutile negarlo, la narrativa epica ha sempre appassionato lettori e spettatori. Sia che si tratti di miti celtici, bretoni o norreni, l'ambientazione caratterizzata da cavalieri, draghi, stregoni e incantesimi ha sempre avuto un suo fascino. Merlin non è da meno perché sfrutta sia la narrativa epica che i cicli arturiani, rivisitando quest'ultimi rendendoli più fantasiosi e romantici. La scelta potrebbe non piacere tutti, ma la maggior parte del pubblico l'ha apprezzato notevolmente.
  2. Il rapporto tra Merlin e Arthur: nonostante il primo incontro tra i due personaggi è tutt'altro che idilliaco, quando il giovane Merlin diventa il servo del futuro re di Camelot le cose cambiano e costretti anche a stare insieme per molto tempo impareranno a diventare inseparabili. Due grandi amici disposti a sacrificare la propria vita per salvare quella dell'altro senza mai abbandonare le responsabilità e il divertimento. L’erede al trono si presenta comunque come un adolescente, viziato, arrogante e saccente che adora prendere in giro il suo scudiero diligente e un po' impacciato. Merlin comunque metterà sempre la loro amicizia e la fiducia al primo posto, anche quando i pericoli saranno notevoli.
  3. I Cavalieri della tavola rotonda e i personaggi secondari: la serie Tv non è solo Merlin e Artù, così come non lo è la storia originale. Ci sono ovviamente anche i celebri Cavalieri della Tavola rotonda che in questo caso sono dei giovani valorosi guerrieri che sono tutti legati del senso di fiducia e onore nei confronti del loro sovrano. Vi è anche Ginevra, la serva di Morgana, ma anche il Grande Drago Kilgharrah che è senz'altro uno dei personaggi più affascinanti in grado di conoscere il passato, il presente e il futuro. Insomma, un cast di attori più o meno famosi che è riuscito a confezione un prodotto notevole.
  4. Gli effetti speciali: sì, è vero, non sono proprio il pezzo forte della serie a causa della loro economicità e del loro poco realismo. Ma in realtà per molti sono proprio la chiave del successo della serie poiché grazie al loro aspetto "casereccio" hanno reso ogni puntata molto familiare e non esageratamente artificiosa.
  5. Lo sviluppo dei personaggi: ultimo, ma non per importanza, la caratterizzazione dei personaggi. Questa, sebbene distante dall'opera originale, è comunque presente e di altissimo livello. In particolare si può notare nel rapporto tra Merlin e Artù, ma anche in Morgana, la nemica del potente mago. Quest'ultima è stata anche considerata come una delle migliori rappresentazioni televisive del personaggio. Tutto merito di una buona scrittura e di una grande interpretazione dell'attrice Katie McGrath.

Sapevate che tra Doctor Who e Merlin ci sono degli attori in comune? Inoltre Bradley James, interprete di Artù in Merlin, è il protagonista di The Liberator di Netflix.

Quanto è interessante?
1