di

Se prima del debutto si sapeva poco o nulla di Midnight Mass, adesso emergono nuovi dettagli sulla produzione della miniserie horror, prodotta da Mike Flanagan e distribuita su Netflix.

Nell'attesa di sapere se ci sarà una stagione 2 di Midnight Mass, scopriamo che cosa ha ispirato Mike Flanagan nel raccontare la storia di questa piccola isola e della sua comunità divisa e decadente.

Il protagonista Riley Flynn (interpretato da Zach Gilford) ritorna a Crockett Island dopo una sorta di esilio volontario sulla terraferma, poi obbligato in seguito all'arresto per omicidio stradale in stato di ebbrezza. Riley scopre che sull'isola molte cose sono cambiate e non resta più nulla di quella che una volta era una comunità coesa e unita. L'arrivo di un giovane e carismatico Padre Paul (Hamish Linklater) sconvolgerà gli abitanti dell'isola, riaccendendo in loro il fervore religioso che avevano ormai perso.

"Avevo in testa Midnight Mass prima ancora di iniziare la mia carriera" afferma lo showrunner Flanagan. "E' partito tutto dall'idea di un parroco cattolico in una comunità isolata che sembra vivere un miracoloso revival religioso".

L'obiettivo di Flanagan era quello di raccontare una storia in cui poter incanalare le sue due prospettive riguardo alla fede e alla religione: da un lato il distacco di Riley, dall'altro i miracoli di Padre Paul. "Spero che dopo la visione le persone possano essere capaci di guardare le une alle altre con un po' di empatia in più" ha aggiunto.

"La filosofia dello show è di porre domande, non dare risposte" commenta il produttore esecutivo della serie Trevor Macy. "Se abbiamo fatto bene il nostro lavoro, queste domande vi resteranno in mente e vi faranno pensare".

Midnight Mass è una miniserie in 7 episodi disponibile in streaming su Netflix. Se non l'avete ancora vista, vi consigliamo di vederla e di recuperare la nostra recensione di Midnight Mass.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
1