Millie Bobby Brown di Stranger Things parla del destino di un personaggio

Millie Bobby Brown di Stranger Things parla del destino di un personaggio
di

Il finale della terza stagione di Stranger Things ci ha lasciato addosso un bel po' di adrenalina ma anche tanti, tanti punti interrogativi su quello che sarà il futuro della serie Netflix, in particolare riguardo ad alcuni personaggi.

La maggior parte delle domande riguardano naturalmente il buon Jim Hopper. Lo sceriffo è ufficialmente dato per morto alla fine della stagione, dopo esser rimasto coinvolto nella terribile esplosione del macchinario russo sabotato in collaborazione con Joyce.

Nella scena post-credit vediamo però i russi riferirsi ad un misterioso prigioniero definito 'L'Americano', che con ogni probabilità si rivelerà essere proprio Hopper scampato miracolosamente al disastro. Si tratta, per ora, soltanto di congetture: ma cosa sanno i protagonisti a proposito?

Qualche parola in merito se l'è lasciata sfuggire Millie Bobby Brown, figlia adottiva di Jim nella serie: l'attrice ha infatti parlato del momento in cui ha dovuto recitare la reazione di Eleven alla notizia della morte del padre, e nelle sue parole è forse nascosto un piccolo indizio sul futuro di quest'ultimo. "Ho voluto mettermi immediatamente davanti alla macchina da presa e scoprire la mia reazione naturale, e questa è stata di pura devastazione e tristezza, è stata la reazione di una bambina distrutta che ha appena scoperto di aver perso il padre, o comunque che pensa di averlo perso".

Una chiosa che non può non alimentare le speranze di rivedere Harbour nell'ormai inevitabile quarta stagione della serie: Eleven, con ogni probabilità, è soltanto convinta di aver perso un padre in realtà vivo, vegeto e prigioniero. Sarà così o si tratta solo di un'abile depistaggio?

Stranger Things 3, intanto, ci ha regalato un nuovo idolo: si tratta di Erica, la piccola ed insostenibile sorellina di Lucas.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
5