Monarch: Legacy of Monsters, com'è stato per Kurt e Wyatt Russell lavorare insieme?

Monarch: Legacy of Monsters, com'è stato per Kurt e Wyatt Russell lavorare insieme?
di

Nel corso di una recente intervista, Kurt e Wyatt Russell hanno parlato dell'esperienza di lavorare insieme sul set di Monarch: Legacy of Monsters, la serie ambientata nell'universo narrativo del MonsterVerse che si arricchisce così di un nuovo capitolo. Padre e figlio, nel corso della serie, interpretano lo stesso personaggio ma in epoche diverse.

I due attori hanno parlato del personaggio di Lee Shaw, descrivendo anche il lavoro che hanno svolto insieme per mantenere le loro versioni in sintonia. Inoltre, hanno spiegato se hanno adottato qualche manierismo o stranezza l'uno dall'altro per creare la loro versione del personaggio.

"Beh, questo è stato un aspetto su cui Wyatt e io abbiamo lavorato immediatamente con lo showrunner e lo sceneggiatore, perché eravamo solo un'idea di casting e volevamo che il risultato dell'idea, l'esecuzione, fosse buona quanto l'idea stessa", ha dichiarato Kurt, parlando dell'approccio al personaggio. "Quindi, credo che lavorare su questo aspetto sia stata la cosa più importante, e assicurarsi che la progressione del personaggio nel corso dei dieci episodi mantenesse il mistero e collegasse anche i due periodi temporali degli anni '50 e dei giorni nostri".

In precedenza, Kurt Russell ha dichiarato che una scena di Monarch gli ha ricordato La cosa di John Carpenter.

Sul prendere in prestito tic e manierismi l'uno dall'altro, Wyatt ha risposto: "No, non abbiamo usato nessuna delle cose che sappiamo l'uno dell'altro fuori dal set per inserirle nella storia, ma abbiamo cercato di rendere il personaggio di Lee Shaw unico in questo MonsterVerse e di renderlo importante per la storia. E poi, qualsiasi cosa ci fosse venuta in mente, avremmo semplicemente recitato la scena così come era stata scritta, sapendo che entrambi recitiamo le scene in modo simile, perché credo che entrambi la vediamo così, e avremo comunque molte somiglianze, quindi non abbiamo avuto bisogno di concentrarci troppo su questo aspetto".

Insistendo su alcuni lati peculiari del figlio, Kurt ha aggiunto: "Lui e sua madre hanno una camminata molto particolare. Ho cercato, non so, di emularla, ma non ho cambiato molto la mia, ma ne ero consapevole. Ha una camminata molto distintiva". Ci sarà una Stagione 2 di Monarch?

Wyatt ha ribattuto: "Ci sono volte in cui mio padre fa delle cose. Ha un carisma specifico, in cui interpreta i suoi ruoli, probabilmente in modo diverso da quello che penserei io prima di iniziare la scena, e quindi c'erano volte in cui pensavo: 'Oh, penso di dover aggiungere un po' più di carisma o una sorta di brio che normalmente non avrei usato'".