Morto Stefano D'Orazio, lo storico batterista dei Pooh era malato di Covid

Morto Stefano D'Orazio, lo storico batterista dei Pooh era malato di Covid
di

Sembra non esserci pace per il mondo dello spettacolo. Dopo l'improvvisa morte di Gigi Proietti, è giunta nelle ultime ore la notizia della scomparsa di Stefano D'Orazio, lo storico batterista dei Pooh.

Il triste annuncio è stato dato sui social dai compagni di mille avventure Roby Facchinetti, Red Canzian, Riccardo Fogli e Dodi Battaglia che, in un post congiunto sui social hanno scritto: "STEFANO CI HA LASCIATO! Due ore fa... era ricoverato da una settimana e per rispetto non ne avevamo mai parlato... oggi pomeriggio, dopo giorni di paura, sembrava che la situazione stesse migliorando... poi, stasera, la terribile notizia. Abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa. Preghiamo per lui. Ciao Stefano, nostro amico per sempre...Roby, Dodi, Red, Riccardo".

La morte sarebbe sopraggiunga a causa di alcune complicazioni dovute al Covid-19 a cui il musicista era risultato da alcune settimane positivo. Resta comunque vivo il ricordo degli incredibili successi raggiunti con gli altri Pooh, storica band di cui era entrato a far parte nel 1971 dopo l'addio di Valerio Negrini. Dopo 38 anni di militanza, aveva scelto nel 2009 di lasciare il gruppo per dedicarsi alla stesura di Musical ma, nel 2015 era tornato a far parte dei Pooh per le celebrazioni dei loro 50 anni di carriera.

Nelle ultime settimane molti sono stati i personaggi ad essere risultati positivi al Covid-19. In particolare Gerry Scotti che fortunatamente sembra stare piuttosto bene e Carlo Conti le cui condizioni di salute stanno iniziando a destare un po' di preoccupazione.

Quanto è interessante?
4