Mr. Robot 4, come finisce la serie con Rami Malek? Spiegazione e riassunto del finale

Mr. Robot 4, come finisce la serie con Rami Malek? Spiegazione e riassunto del finale
di

L’ultimo episodio di Mr. Robot è andato in onda nel 2019 con l'emblematico titolo di “Series Finale Part 2” visto che era stato diviso in due parti. Vediamo insieme come finiva l'amatissima serie considerando che per completezza bisognerà tenere conto anche del penultimo episodio.

L’ultima puntata di Mr. Robot serve per rispondere a un importante quesito posto già proprio nel penultimo episodio. Infatti, in quest'ultimo, viene lasciata in bilico la domanda che è stata il fil-rouge di tutta la serie: chi è davvero il protagonista? La risposta è tutt'altro che banale e semplice, ma dopotutto la serie scritta e diretta da Sam Esmail non lo è mai fin dal primo episodio.

Elliot Alderson, questo il nome completo del protagonista della serie interpretato da un magistrale Rami Malek, è sempre apparso come un hacker dai mille problemi personali con forti dipendenze da sostanze psicotrope. La domanda dell'episodio finale viene posta proprio da se stesso e la risposta è un forte colpo di scena perché si osserva il protagonista rompere la quarta parete trasformandosi in uno spettatore che per la prima volta scopre la verità.

La seconda parte del finale si addentra nel profondo della psiche del ragazzo scoprendo che la storia raccontata fino alla prima parte del finale è altro che un mondo fittizio creato per proteggere il “vero Elliot”. Elliot è, di fatto, come Mr. Robot, interpretato da Christian Slater. Questo significa che il protagonista osservato per ben 4 stagioni non è altro che l’ennesima personalità nata dalla psiche di Elliot.

Per arrivare a questa risposta, tuttavia, bisogna passare dalla terapeuta del protagonista Krista Gordon, interpretata da Gloria Reuben, che decide di prendersi del tempo con il suo paziente. Qui scopriamo che la terapeuta è, in realtà, un'altra proiezione di Elliot e la donna gli spiega esattamente la verità sulle molte personalità che sono in lui. Si tratta di un disturbo dissociativo dell’identità che la vera Krista conosce già da tempo, ma ha difficoltà a parlarne con il paziente perché non vuole capirlo o fa finta di non capirlo.

Nella penultima e ultima puntata, però, decide di parlare con il "vero Elliot" e inizia spiegandogli il perché di questa sua dissociazione. La prima personalità è stata creata il giorno in cui Elliot è saltato fuori dalla finestra. Questa è denominata "personalità protettrice" e prende il posto di suo padre, per proteggerlo da situazioni intollerabili. Questa personalità è proprio quella di Mr. Robot. Più avanti negli anni Elliot dà vita a una figura materna, questa volta denominata "personalità persecutrice". Dopo poco tempo, Elliot crea il giovane “sé” con il quale si è riconosciuto. Questa è la sua piccola famiglia mentale creata dal protagonista, ma manca ancora qualcuno: noi spettatori. Lo capiamo perché Elliot si già verso la telecamera dicendoci esplicitamente di non conoscerci.

Nel finale di Mr. Robot Krista ammette di aver sbagliato finora perché non ha mai parlato con il “vero Elliot”. D'altro canto, però, gli fa i complimenti perché la fsociety esiste davvero e la rivoluzione è accaduta realmente. Il protagonista, di fatto, ha veramente slavato il mondo.

Dopo la rivelazione della cruda verità Elliot si sveglia in ospedale. Ora deve fare i conti anche con Darlane, interpretata da Carly Chaikin, che è reale e non frutto di fantasia e, soprattutto è rimasta accanto al fratello pur conoscendo il suo disturbo. Sa perfettamente di non parlare quasi mai col vero Eliot, ma decide di non abbandonarlo. Nelle scene finali di Mr. Robot si vede Elliot chiudersi ancora una volta in se stesso circondandosi unicamente delle personalità che ha creato nel corso della sua vita. Nonostante ciò, riesce a riconoscere l'importanza della sorella che chiude la serie con un emblematico: "Ciao, Elliot".

Mr. Robot si è conclusa nel 2019; dopo una tiepida accoglienza della stagione 4, i fan sono rimasti soddisfatti del finale, dopo quattro anni di grande successo che hanno permesso a Rami Malek di essere conosciuto in tutto mondo; la sua fama si è poi consolidata con il ruolo di Freddie Mercury in Bohemian Rhapsody. Su Everyeye trovate la nostra recensione della stagione 4 di Mr. Robot.

Quanto è interessante?
1