Ms. Marvel, l'interprete del padre di Kamala Khan accusato di molestie da una ragazzina

Ms. Marvel, l'interprete del padre di Kamala Khan accusato di molestie da una ragazzina
di

Mohan Kapur, uno dei membri del cast della serie Disney+ Ms Marvel, è finito nell'occhio del ciclone per le accuse di presunte molestie sessuali mosse da una ragazzina di appena 15 anni sui social network.

Sul post condiviso dalla ragazza vittima di abusi si legge: "Quando avevo 14 anni, ero una fan di questa attrice di una serie e siamo diventati amici. Anche il suo compagno di allora, Mohan Kapur, divenne mio amico. Li rispettavo entrambi quasi come dei secondi genitori e raccontavo loro della mia vita stressante. Ma Mohan Kapur ha approfittato di me".

La 15enne riferisce che l'interprete del padre di Kamala Khan le avrebbe inviato foto delle sue parti intime e che addirittura la sua compagna di allora fosse a conoscenza delle molestie perpetrate ai danni della giovane e che non avrebbe fatto nulla per porvi fine.

La ragazza nei suoi tweet ha poi aggiunto: "Ero così confusa e depressa… non sono sicura se si trattasse della Sindrome di Stoccolma o cosa, ma continuavo a pensare che fosse tutta colpa mia… E continuavo a desiderare di essere di nuovo sua amica. Continuavo a pensare che gli importasse davvero di me… ma non l’ha fatto. La mia depressione è peggiorata e stavo progettando di togliermi la vita… continuavo a chiamare Mohan Kapur ma ha ignorato le mie chiamate".

Naturalmente la giustizia farà il suo corso e qualora Mohan Kapur dovesse essere ritenuto colpevole, questo procurerà anche pesanti conseguenze sulla seconda stagione di Ms. Marvel.

Quanto è interessante?
4