Netflix: 5 serie sottovalutate da riscoprire assolutamente

Netflix: 5 serie sottovalutate da riscoprire assolutamente
di

Nel bene e nel male, Netflix è sempre stata in grado di regalare ai propri spettatori un insieme ben bilanciato di prodotti di modesta qualità, ma popolari, e di grandi serie per i palati più raffinati. Sulle nostre pagine vi abbiamo già parlato di quelli che sono, a nostro avviso, le serie capolavoro più belle su Netflix.

Si trattava tuttavia, bene o male, di show iconici e piuttosto popolari, nonostante la loro qualità indiscussa. Oggi, invece, vorremmo fare un'operazione diversa: andare a scovare quei titoli che, piuttosto ingiustamente, sono passati inosservati dal grande pubblico, a volte snobbati, e che invece meriterebbero assolutamente la vostra considerazione.

Iniziamo da una delle serie comedy più belle degli ultimi anni, ovvero Unbreakable Kimmy Schmidt, show ideato dalla brillante Tina Fey e che vede in una bravissima Ellie Kemper la Kimmy protagonista della storia: in un misto di azione irriverente e commedia ingegnosa, seguiremo le avventure di Kimmy e della sua vita a New York, dopo il salvataggio da parte di una setta apocalittica nell'Indiana. Incredibile, fuori di testa, e dal divertimento assicurato, la nostra recensione di Unbreakable Kimmy Schmidt 4 conferma che abbiamo assistito a un prodotto unico nel suo genere.

Ben diverse atmosfere invece abbiamo nella straordinaria Unorthodox, altra serie particolarmente snobbata dal grande pubblico, a discapito dell'indiscutibile qualità. Lo show segue le drammatiche vicende di Esther "Esty" Shapiro (Shira Haas), in un viaggio all'interno della realtà sconcertante di una comunità ebraica ultra ortodossa. Qui potrete trovare la nostra recensione della miniserie capolavoro Unorthodox.

Ritorniamo ad atmosfere più leggere per parlare di un prodotto brillante e "fantastico", in ogni modo, come The Good Place. Vagamente utopica e dai toni scanzonati, la serie seguirà le vicende della "defunta" Eleanor Shellstrop (una magnifica Kristen Bell) e del suo arrivo nella "parte buona" dell'aldilà. Peccato che, la ragazza non abbia proprio niente di buono. Da vedere assolutamente.

Considerata come la serie in grado di lanciare definitivamente nell'orbita la carriera di una giovanissima e splendida Kaitlyn Dever, Unbelievable è una miniserie che racconta le storie di Marie Adler, una ragazza accusata di essersi inventata di essere rvittima di un abuso sessuale, e dei detective (guidati dalla meravigliosa Toni Colette), incaricati di scovare la verità sull'incredibile caso. A metà tra il crime thriller e il drama, la nostra recensione di Unbelievable conferma l'unicità del prodotto.

Infine, concludiamo con una delle serie forse meno conosciute sulla piattaforma, ma che dovreste assolutamente recuperare: Please Like Me. Una commedia australiana in grado di trattare alcune tematiche delicate come l'identità di gender, la sessualità e la riscoperta di sé stessi, Please Like Me è stata una delle serie che più ci ha divertiti e fatto riflettere su alcuni argomenti ancora considerati taboo dalla società.

E ora, la palla passa a voi: conoscevate queste serie sottovalutate su Netflix? Volete consigliarcene altre? Fatecelo sapere con un commento nello spazio dedicato!

Quanto è interessante?
4