Stranger Things sta salvando Netflix dal crollo utenti secondo il CEO

Stranger Things sta salvando Netflix dal crollo utenti secondo il CEO
di

La crisi di Netflix non è ormai un segreto per nessuno. Dopo un inizio di anno difficile, lo streamer ha continuato a perdere abbonati anche nel secondo trimestre, periodo in cui ha dato l'addio a poco meno di un milione di membri. Un numero che sembra incredibile, ma che sarebbe ancora più rovinoso se non fosse per Stranger Things.

In realtà questo bilancio è in qualche modo positivo per lo streamer, perché la previsione contava che tra il 1 Aprile e il 30 Giugno si sarebbero persi ben due milioni di abbonati. Il co-CEO Reed Hastings ha ammesso che ad aiutare c'erano diversi titoli che hanno funzionato bene, ma Stranger Things potrebbe essere l'unico ad aver concretamente mitigato la perdita. Il successo di Stranger Things 4 è infatti indubbio, e Netflix potrà adesso contare su un'altra stagione, che garantirà un sicuro sostegno alla piattaforma.

"Sapete, guardando il trimestre, eravamo consapevoli che stava andando molto bene sul lato dei contenuti chiaramente", ha detto Hastings nel corso di un'intervista. "Ozark, Stranger Things, tanti titoli, molte visualizzazioni. Stiamo migliorando quello che facciamo con il marketing, migliorando il servizio, il merchandising e sapete che tutto questo lentamente ripaga."

Tuttavia responsabile di questo freno alla decrescita è uno show soltanto. "Se ci fosse una sola cosa [che ci ha aiutati] potremmo dire Stranger Things, ma ancora una volta stiamo parlando di perdere 1 milione invece di perdere 2 milioni, quindi capirete bene che la nostra eccitazione è mitigata da risultati meno negativi". Si spera dunque che in futuro si parlerà soltanto di crescita. Per il momento bisogna accontentarsi.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
3