Netflix

Netflix tuona contro i dipendenti: "Se siete offesi dai nostri contenuti licenziatevi"

Netflix tuona contro i dipendenti: 'Se siete offesi dai nostri contenuti licenziatevi'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Netflix ha recentemente inviato una nota a tutti i suoi dipendenti, suggerendo apparentemente che se qualcuno si ritenesse offeso da alcuni dei contenuti presenti nel catalogo del colosso dello streaming, dovrebbe decidere di licenziarsi. "Se i dipendenti non si sentono a loro agio", si legge nella nota, "allora questo non è il posto adatto a voi".

Secondo quanto riportato da Variety, una nota interna ha aggiunto una sezione dedicata all'Espressione Artistica, in cui si parla di censura, contenuti divisivi e diversità. Il documento sottolinea le caratteristiche offerte dalla piattaforma, volte a guidare il pubblico verso una programmazione adeguata, e avverte che alcuni dipendenti potrebbero non essere in grado di evitare contenuti offensivi, semplicemente a causa dei ruoli specifici che ricoprono all'interno dell'azienda. La nota si conclude in questo modo: "Se avete difficoltà a sostenere la nostra ampiezza di contenuti, Netflix potrebbe non essere il posto migliore per voi".

Nel corso dell'ultimo anno, una delle controversie più importanti riguardanti il materiale offensivo è scaturita dallo speciale Netflix del comico Dave Chappelle, The Closer. Lo spettacolo ha suscitato reazioni negative a causa di diverse battute sui trans che Chappelle ha fatto, un tema che tocca regolarmente nei suoi show dal vivo.

Inoltre, la perdita di abbonati da parte di Netflix continua inesorabilmente e si stima che il gigante rosso abbia perso oltre 200 mila abbonati nel primo trimestre e potrebbe arrivare addirittura a perderne oltre 2 milioni nel corso del secondo semestre. Non tenendo conto della sospensione di Netflix in Russia che ha procurato al servizio streaming la perdita di oltre 500 mila utenti, pare proprio che qualcosa stia andando storto nei piani della società.

Negli ultimi tempi si era cominciato a parlare della scelta di introdurre pubblicità su Netflix.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
3