Nikolaj Coster-Waldau rivela di "aver lottato" contro D&D sull'evoluzione di Jaime

Nikolaj Coster-Waldau rivela di 'aver lottato' contro D&D sull'evoluzione di Jaime
di

A tredici ore dalla messa in onda dell'ultimo, attesissimo episodio di Game of Thrones, non accennano a placarsi le polemiche dei fan, a quanto pare appoggiate in parte anche da Nikolaj Coster-Waldau,che parlando ai microfoni dell'Hollywood Reporter ha rivelato di aver lottato contro gli showrunner sull'evoluzione del suo Jaime Lannister.

Tra le più grandi delusioni riscontrate dai fan, una su tutte è la morte di Jaime insieme a Cersei, sepolti vivi dalla macerie di King's Landing, finale che a quanto pare non è andato molto giù neanche a Coster-Waldau. In realtà l'attore spiega proprio di aver avuto "anni di difficili dibattiti" alle spalle con David Benioff e D.B. Weiss circa l'evoluzione del suo personaggio, specie dalla sesta stagione in poi, quando non si è potuto più utilizzare il materiale cartaceo di George R.R. Martin. E la star ha ammesso di aver letto i libri per prepararsi e conoscere meglio il ruolo, appassionandosene, tanto che nel momento di doversi rimettere interamente al talento degli showrunner, a detta sua non sempre tutto ha funzionato.

Dice Coster-Waldau: "Io amo pianificare. Mi piace capire cosa avverrà dopo, quale sarà il passo successivo. Devo sapere a cosa sto mirando per capire poi dove andare. Ma Dan e David no, loro non amano pianificare. Mi dicevamo sempre "non ti diremo nulla" e la cosa mi faceva impazzire, perché ovviamente non puoi smettere di immaginare cosa potrebbe accadere". È così che l'attore spiega di aver deciso di prendere in mano la situazione, suggerendo in sostanza le sue idee sull'evoluzione del personaggio, senza temere di dire la sua sulle "idee senza senso degli sceneggiatori".

Continua: "Allora sono entrato nel vivo di questi argomenti, lottando contro gli sceneggiatori, ma loro mi hanno sempre detto 'sì ok, ti ascoltiamo e rispettiamo le tue idee, ma non ci interessano'. La cosa divertente è che questa routine si è protratta costantemente sin dalla quarta stagione, dove ritorno e penso 'questo proprio non ha senso'". L'attore ha comunque specificato che alla fine si è sempre risolto tutto pacificamente.

Siete d'accordo con il buon Jaime? Vi ricordiamo che l'ultimo episodio di Game of Thrones andrà in onda questa sera su HBO, trasmesso in V.O. alle 3.00 del 20 maggio anche da Sky Atlantic.

Quanto è interessante?
9