di

Mentre le riprese di One Piece si avviano a conclusione per alcuni interpreti, vi presentiamo la nostra top 5 delle cose che l'adattamento live-action Netflix di One Piece non può permettersi di sbagliare.

Sono in molti a tremare al solo pensiero della resa dell'adattamento live-action di One Piece, la cui produzione sta proseguendo anche in queste ore: dopo la cancellazione di Cowboy Bebop, i fan degli anime e dei manga hanno legittimamente paura di vedere rovinata un'opera che li ha appassionati.

Mettendo da parte i timori, nel video che potete vedere nel player in alto vogliamo concentrarci su 5 punti realizzabili che il live-action Netflix di One Piece dovrebbe rispettare per scongiurare un rischiosissimo flop.

  • Effetti speciali: una CGI ben fatta è imprescindibile se l'adattamento live-action ha intenzione di rendere visivamente al meglio i poteri di Rufy, il pirata protagonista che dopo essersi nutrito del frutto Gom Gom può estendere e gonfiare parti del suo corpo come se fosse fatto di gomma. Essendo la caratteristica principale di Rufy, si tratta di un elemento che ha bisogno della massima cura.

  • Coerenza con il manga: l'adattamento Netflix può attingere a un corposo materiale originale, talmente vasto che non avrebbe senso apportare modifiche o cambiamenti. Nonostante una possibile sfrondatura, ci immaginiamo che i passaggi principali di One Piece e la costruzione dei personaggi siano ripresi così come sono, rispettando lo spirito dell'opera originale di Eiichiro Oda coinvolto nella serie Netflix.

  • Precisione scenografica e dei costumi: dalle immagini mostrate nel primo filmato dal set del live-action di One Piece sembra che Netflix stia facendo il possibile per rendere in maniera profondamente accurata le ambientazioni, ma ci vorrà una precisione davvero estrema per ricostruire anche i costumi evitando un "effetto cosplay" che si trova rischiosamente dietro l'angolo.

  • Regia dei combattimenti: la serie live-action di One Piece non potrà prescindere dal valorizzare i momenti di scontro tra i personaggi, con conflitti roboanti e pieni di epica e dinamismo. Si tratta di momenti centrali nella narrazione di Oda che dovranno essere adeguatamente adattati nella trasposizione televisiva di Netflix.

  • Lore: una delle caratteristiche fondamentali di One Piece è il vasto e complicato universo narrativo in cui è ambientato, che è stato svelato lentamente con il proseguire della storia. Un mondo che sarebbe bello ritrovare con dettagli e aneddoti inseriti qua e là nel live-action, a indicare una progettualità complessiva già proiettata alle prossime stagioni.

E voi che cosa ne pensate? Siete d'accordo con la nostra top 5? Quali sono gli altri elementi che ritenete imprescindibili per un ottimo live-action di One Piece? Diteci la vostra nello spazio dedicato ai commenti!

Quanto è interessante?
2