Netflix

ONE PIECE, quando uscirà il live-action di Netflix?

ONE PIECE, quando uscirà il live-action di Netflix?
di

Sono cominciate ormai da un mese e mezzo, in anticipo di diversi mesi rispetto a quanto preventivati da alcuni insider, le riprese di ONE PIECE, il live-action Netflix supervisionato da Eiichirō Oda. Ma proprio la sua presenza (per fortuna) potrebbe allungare oltremodo i tempi di realizzazione. Ecco le nuove sulla data d'uscita.

Quello iniziato con il mese di marzo e che si concluderà a giugno del 2022, è un periodo di grandi addii per Netflix. Solo sei giorni fa, entrambe il 9 marzo ed entrambe alla loro quinta stagione, si sono congedate la Regina del Sud presente dal 2016 e l’amatissima The Last Kingdom, mentre all’inizio dell’estate dovremo salutare per sempre i Peaky Blinders, almeno su piccolo schermo. Inutile dire come questo rappresenti un bel giro di vite per il colosso dello streaming, che non si farà però trovare impreparato grazie all’avvio di tutta una serie di nuovi franchise di proporzioni mastodontiche.

Uno di questi è ovviamente il live-action di ONE PIECE. Dopo diversi anni di trattative da parte di Eiichirō Oda su chi potesse adattare, al meglio, un’impresa così complessa come un live-action sulla sua epopea, la ragione è stata di Netflix, imbarcatasi con Monkey D. Rufy e la sua ciurma in un’avventura che potrebbe durare almeno 7 stagioni. Questi, quantomeno, i piani iniziali di cui si sta discutendo. Le riprese sono iniziate lo scorso 31 gennaio, come annunciato a mezzo social dal produttore Steven Maeda. Ma vi diciamo fin da subito che, nonostante non sia stata resa ancora una data ufficiale, sembra improbabile vedere pronta la stagione di debutto prima del 2023 inoltrato.

È senz’altro una buona notizia l’inizio delle riprese, visto che i principali insider di settore non lo collocavano prima della primavera o dell’estate di quest’anno. E un aggiornamento dello stesso Oda fa ben sperare su futuri annunci del calendario, quantomeno sull’anno di uscita: Ci vorrà un po' più di tempo per portare a termine questo show, ma continueremo a fare del nostro meglio per offrire uno spettacolo che siamo certi sarà apprezzato da tutti in tutto il mondo! Attendo con ansia altri aggiornamenti in futuro!”. Ma per capire i tempi di lavorazione di una serie di questa portata, bisogna dare uno sguardo al passato e alla minuzia certosina di Oda, che a giudicare dal suo lavoro ventennale non è mai stato autore frettoloso.

Il progetto è in sviluppo dal 2017 e ci ha messo tre anni solo per trovare una casa. Inoltre sono ben 10 gli episodi da produrre e gli esempi recenti del panorama ci dimostrano che è molto più facile passare dal live action alle animazioni che non viceversa (si veda il fallimento di Cowboy Bebop, cancellato dopo la prima stagione). Se una serie normale impiega in media dai 12 mesi a poco meno di un’anno e mezzo fra riprese e post-produzione, questa potrebbe arrivare addirittura nella stagione autunnale del 2023, sempre ammesso che il silenzio stampa di Netflix non dipenda dall’incertezza su un possibile posticipo all'inizio del 2024.

Quanto è interessante?
2