ONE PIECE, Taz Skylar si racconta: "Io e Sanji abbiamo un passato simile"

ONE PIECE, Taz Skylar si racconta: 'Io e Sanji abbiamo un passato simile'
di

L' interprete di Sanji Taz Skylar non vede l'ora di iniziare la sua avventura sul piccolo schermo nel live-action Netflix di ONE PIECE, ma prima si racconta ai microfoni di Nuit Magazine, spiegando anche in cosa lui e il cuoco dei Mugiwara sono parecchio simili.

Da quando è stato annunciato il cast del live-action di ONE PIECE, gli interpreti della Ciurma di Cappello di Paglia stanno ricevendo grande attenzione da parte dei fan e dei media, e ovviamente tutti vogliono sapere qualcosa in più su di loro.

E di recente Taz Skylar a.k.a. Sanji ha parlato a lungo di sé stesso, i suoi progetti professionali, e del suo personaggio nel nuovo progetto targato Netflix.

"Sanji è una persona che ha dovuto badare a sé stessa fin dalla giovane età, e lo ha fatti diventando il migliore nel suo campo. Stranamente ho avuto una vita molto simile. Ho lasciato casa che avevo quindici anni, e sono diventato un apprendista nella costruzione di tavole da surf. E i miei mentori somigliavano tutti un po' a Zef, il mentore di Sanji, in un modo o nell'altro. E poi ho imparato a badare a me stesso provando e sbagliando ogni volta. Tutto questo prima che iniziassi a scrivere e recitare" ha raccontato l'attore "I traumi del suo passato e le sue ragioni per lasciarselo alle spalle sono le cose che informano e motivano il suo comportamento e il suo modo di fare da adulto. E io ho le mie cose da cui cercavo di scappare, e che informano e influenzano i miei comportamenti adesso... Ma non approfondirò al momento, perché questa è tutta un'altra storia".

Quello che approfondisce Skylar, però, è il suo rapporto con il cibo, considerando anche il personaggio che interpreta nello show, e forse vi stupirà sapere che non è stato sempre idilliaco.

"Il mio rapporto con il cibo è ricco di sfumature. Vengo da un paese mediterraneo, quindi il cibo è parte integrale di quella cultura. E ho sempre amato mangiare e cucinare. Ma poco dopo aver compiuto vent'anni ho sofferto di gravi disturbi alimentari, come anoressia e bulimia. Così per un periodo ho dovuto distaccarmi completamente dal cibo da un punto di vista emotivo. E chi ha attraversato dei periodi simili in passato o magari li sta attraversando in questo momento, sa che non te li lascerai mai davvero completamente alle spalle. Il meglio che puoi fare è impegnarti e cercare un modo di gestirli. E ora io ci riesco. Sono orgoglioso di quanto io abbia ottenuto, e di come stia gestendo i demoni che mi hanno spinto a soffrire di questi disordini alimentari" rivela l'attore, che con ONE PIECE ha ora l'occasione perfetta per migliorare ulteriormente la sua relazione con cibo e cucina.

"E adesso con Sanji ho l'opportunità di creare una nuova connessione con il cibo interamente all'insegna della gioia e del piacere del cucinare per gli altri, di assicurarsi che tutti siano ben nutriti, e nel frattempo di trovare il modo di far sembrare e rendere più appetitoso anche il cibo che preparo per me stesso. Per parafrasare ciò che ha detto Gordon Ramsay nella sua Masterclass, qualcosa con cui concordo pienamente, 'Cucinare è un'abilità che tutti dovrebbero apprendere'. È una di quelle abilità che impieghi ogni giorno e più volte al giorno. E anche Anthony Bourdain aveva detto qualcosa di decisamente giusto 'Tutti dovrebbero imparare a tagliare una dannata cipolla'" conclude.

Quanto è interessante?
1