Peaky Blinders, nella stagione finale rivedremo anche Oswald Mosley: l'annuncio sul web

Peaky Blinders, nella stagione finale rivedremo anche Oswald Mosley: l'annuncio sul web
di

Tra interessanti novità e graditi ritorni, inizia a prendere sempre più forma il cast della sesta stagione di Peaky Blinders, che costituirà anche la conclusione dello show. A parte voci suggestive ma non confermate, come quella sul possibile arrivo di David Beckham, la scorsa settimana è stata annunciata una nuova villain da Black Mirror.

Qualche giorno fa, invece, grazie a un tweet pubblicato dall'account ufficiale di Peaky Blinders abbiamo scoperto che nel cast della stagione finale ci sarà anche Sam Claflin, che nella quinta stagione ha interpretato il politico ultra nazionalista Oswald Mosley. Il post, visibile anche in calce alla notizia, mostra una foto di scena dell'attore sul set della serie.

Per chi non lo sapesse, si tratta di un personaggio realmente esistito, non l'unico caso nella saga televisiva della famiglia Shelby (l'esempio più evidente è probabilmente quello di Winston Churchill): Mosley è il fondatore dell'Unione Britannica dei Fascisti, movimento politico di estrema destra nato nel 1932 e vicino fin dal nome alle posizioni di Mussolini in Italia.

Oltre che in Peaky Blinders, Sam Claflin ha lavorato recentemente anche a film come Charlie's Angels (2019) e Enola Holmes (2020).

La sesta stagione di Peaky Blinders, invece, secondo il creatore Steven Knight potrebbe essere incentrata anche attorno a un elemento in qualche modo sovrannaturale. "Tommy porta con sé una maledizione? In altre parole, le vite sono già tracciate? Esiste il libero arbitrio? Tommy a volte sente di non averlo, perché sembra che tutto congiuri per fermarlo o per spostarlo in una precisa direzione. E così succede a tutta la sua famiglia. Esplorerò di più questo aspetto nella prossima stagione."

Quanto è interessante?
1