Pierluigi Diaco scivola sul congiuntivo: massacrato da un ex dirigente Rai

Pierluigi Diaco scivola sul congiuntivo: massacrato da un ex dirigente Rai
di

Dopo il duro attacco di Selvaggia Lucarelli, Pierluigi Diaco è ancora al centro delle polemiche. Questa volta il conduttore di Io e Te è stato duramente attaccato da un ex dirigente Rai per un disastroso errore grammaticale, su un congiuntivo.

Nel corso della puntata di ieri del programma, in cui stava intervistando Corinne Clery, Diaco è scivolato clamorosamente su un congiuntivo: "non trovare singolare che due persone che non si vedono da dieci anni risolvino una faccenda privata davanti alle telecamere?" ha affermato.

Quel "risolvino" è rapidamente diventato virale e non è sfuggito agli occhi (e le orecchie) attente dell'ex direttore di Rai 1, Mauro Mazza, che sul proprio account Twitter ha ironizzato sull'errore: "il solito linciaggio mediatico. E anche un po' sintattico. Come batti lei di Fantozzi" ha scritto, tra il divertito ed il sarcastico.

Un'altra polemica quindi è destinata a far discutere a lungo, dopo le frasi pronunciate da Pierluigi Diaco su Alberto Matano dopo l'addio di Lorella Cuccarini a La Vita In Diretta. Ieri era arrivato il duro attacco di Selvaggia Lucarelli sulle pagine de Il Fatto Quotidiano, dove aveva definito Diaco un "caso inquietante", ma qualche tempo fa anche Mario Adinolfi si era scagliato contro il presentatore. Non un bel periodo insomma per il padrone di casa di Io e Te.

Quanto è interessante?
1