Pio e Amedeo rispondono alle critiche: "Non ci scusiamo per la satira"

Pio e Amedeo rispondono alle critiche: 'Non ci scusiamo per la satira'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nei giorni scorsi, sono state moltissime le polemiche scaturite dal monologo sul politicamente corretto di Pio e Amedeo a Felicissima Sera. Ora, per evitare qualsiasi strumentalizzazione politica del loro discorso, i due comici hanno scritto un lungo post sui social.

Pio e Amedeo si sono rivolti a coloro che, a loro avviso, non hanno guardato il monologo, ma ne hanno estrapolato solo determinati concetti: "Qualcuno forse da questo post si aspetta delle SCUSE e lo avvisiamo subito che rimarrà deluso. Pensiamo che moltissime persone che hanno attaccato il nostro monologo non l’abbiano nemmeno visto per intero e che tanti lo abbiano guardato già prevenuti".

Pio e Amedeo hanno poi aggiunto: "Non fate finta di non capire quello che abbiamo detto perché “vi” fa comodo trasformarlo nella solita querelle politica da quattro soldi. La politica non ci appartiene. La politica ci omaggia di spunti e personaggi senza distinzioni di partiti per fare quello che vogliamo fare, SATIRA, come abbiamo sempre fatto".

I due poi, dopo aver sottolineato di aver tentato di far luce addirittura sulla crescente omofobia in Russia hanno detto: "Non fermiamoci alla grammatica delle parole, oggi purtroppo non basta… educhiamo la testa e non solo il linguaggio! Quando diciamo “voi” ci rivolgiamo a quelli che non hanno capito il nostro messaggio. Perché fortunatamente, di gay, neri ed ebrei che hanno capito il senso di quello che abbiamo detto ce ne sono tanti, tantissimi, e sono quelli, come noi, a cui basterebbe raggiungere la vera uguaglianza".

Quanto è interessante?
2