La politica dell'immigrazione nella première della stagione 23 di South Park

di

La ventitreesima stagione di South Park ha debuttato su Comedy Central e già la première ha fatto parlare molto i social per il tema che la caratterizza. Il titolo della puntata è 'Mexican Joker' e lo show prende di mira l'attuale politica d'immigrazione statunitense dell'amministrazione Trump. E lo fa attraverso il villain per antonomasia.

In 'Mexican Joker', Eric Cartman scopre che le politiche sull'immigrazione dell'attuale amministrazione politica favoriscono totalmente le sue opinioni xenofobe e intolleranti. Dopo aver visto il raid dell'ICE separare una famiglia di migranti soltanto attraverso dei sospetti, Cartman ha la brillante idea di fare lo stesso con il suo amico Kyle, portando la famiglia di Kyle ad essere forzatamente separata dall'ICE, e Kyle stesso viene portato in un centro di detenzione per bambini.

Gli agenti dell'ICE trattano Kyle come un immigrato clandestino senz'identità fino a quando non si rendono conto di avere a che fare con un bambino americano e tentano di sistemare la situazione.
L'episodio è chiaramente un'ironica parodia della politica del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e dopo che in America si sono levate diverse proteste perché si ritiene che il film Joker ispirerà le persone a commettere degli atti violenti come Arthur Fleck.
South Park verrà pubblicato su Netflix per la gioia dei fan, ufficialmente dal 27 settembre. I creatori dello show hanno affermato di non avere intenzione di portare avanti la serie per i prossimi dieci anni.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
2