Prime Video, quali sono le 5 serie più deludenti su Amazon?

Prime Video, quali sono le 5 serie più deludenti su Amazon?
di

Ci sono sempre degli show che ancora prima dell'uscita creano aspettativa nel pubblico. Che si tratti di un bel cast, di un regista a cui siamo affezionati o di una storia tratta da un film o un libro che amiamo, tante sono le condizioni che possono creare hype intorno a un prodotto. Tuttavia è spesso capitato che poi il risultato fosse deludente.

Ecco quali sono, secondo noi, le 5 serie TV disponibili su Amazon Prime Video che hanno deluso le aspettative dei fan. Non necessariamente brutte, semplicemente non all'altezza di quanto ci era stato promesso.

Si tratta, ovviamente, di una lista soggettiva.

  • Crisis in six scenes

Un cast interessante, dove spicca Miley Cyrus, un regista famoso, Woody Allen, e tante speranze. Queste le premesse di questo show, che tuttavia si è rivelato essere quasi un film in puntate, elemento che è probabilmente il suo difetto più grande. La vicenda non decolla mai, né in scrittura e né stilisticamente, e lo stesso Allen si dice pentito. Una serie che si fa guardare, ma da cui ci saremmo aspettati molto di più.

  • Too Old to Die Young

Anche in questo caso si tratta di un regista celebre, che conosciamo molto bene: Refn. Questa serie racconta di Martin Jones, un poliziotto in lutto che si ritroverà in un giro criminale che coinvolge sicari, assassini del cartello e la mafia. Si tratta di un prodotto sicuramente ben girato, e che conserva quelle che sono le caratteristiche dello stile di Refn, ma la sensazione è che il regista avrebbe potuto raccontare questa storia in un film di due ore, e non in una serie di tredici.

  • Hunters

Hunters è la serie di David Weil con Al Pacino. Il thriller è ambientato nel 1977 e racconta di un gruppo di vigilanti che vanno a caccia di alcuni nazisti che stanno cercando di dare vita a un Quarto Reich. Seppur con grande potenziale, la serie non è risultata del tutto convincente. Scarso, infatti, l'approfondimento dei personaggi e di alcuni temi, e fin troppo semplicistica la rappresentazione di questo gruppo di vigilanti che richiamano i supereroi dei fumetti. Un prodotto in fondo godibile da guardare, ma niente di più. Scoprite cosa ne abbiamo pensato noi nella nostra recensione.

  • Beat

Con Beat ci spostiamo in Germania, dove seguiamo un ragazzo che lavora in un club di musica tecno a Berlino. Il giovane viene reclutato dai servizi segreti europei che gli danno il compito di sdoganare un importante traffico di droga. Questa missione gli darà occasione di scoprire tante cose sul mondo e su di sé, e di combattere i demoni del passato. Anche in questo caso si parla di uno show con potenziale, ma che risulta piatto. Se da un lato c'è molta roba, troppa per essere trattata bene nel lasso di tempo che si ha, dall'altro la mancanza di colpi di scena annoia lo spettatore a lungo andare.

  • Tutta colpa di Freud

Dopo che diversi prodotti italiani hanno convinto negli ultimi anni (Skam, L'amica Geniale), anche Prime Video ha deciso di dare fiducia alle produzioni italiane. Ha dunque accolto sulla sua piattaforma Tutta colpa di Freud, serie tratta dall'omonimo film. Lo show parla di Francesco, uno psicanalista padre di tre figlie che un giorno ha un attacco di panico, che costringe le tre a tornare a casa per aiutarlo. Come sappiamo, portare un prodotto dal grande al piccolo schermo non è semplice, e questa volta non è andata bene. Se già la pellicola presentava dei difetti, la serie ne ha fatti emergere altri: tra tutti una recitazione non convincente e una storia che risulta alla fine dei conti non coinvolgente.

In ogni caso, se volete passare una bella serata in compagnia di una serie che sicuramente non vi deluderà, ecco quali sono secondo noi 5 capolavori disponibili su Amazon Prime!

Quanto è interessante?
5