Prison Break, cosa significa il tatuaggio di Michael Scofield

Prison Break, cosa significa il tatuaggio di Michael Scofield
di

Il personaggio di Wentworth Miller in Prison Break, Michael Scofield, è deciso a salvare suo fratello Lincoln Burrows dalla prigione prima che venga giustiziato. Per raggiungere questo obiettivo, aveva dei progetti dettagliati tatuati su quasi tutta la parte superiore del corpo.

I tatuaggi di Michael ci vengono mostrati fin dal primo fotogramma del pilot della prima stagione e giocheranno un ruolo fondamentale per infiltrarsi nel penitenziario di Fox River ed evadere insieme a suo fratello per salvarlo dalla morte.

Disegnato da Tom Berg e realizzato dalla Tinsley Transfers nascoste all'interno di questo enorme e impressionante tatuaggio di diavoli e angeli ci sono le vie di fuga che userà per evadere dalla prigione oltre che la sua planimetria. Il trucco richiede dalle quattro alle cinque ore per essere applicato, con i 24 tatuaggi totali che si incastrano come un puzzle.

Mentre sulla schiena è incisa la disposizione della prigione, i tatuaggi sul suo torso rivelano una mappa dei passaggi di fuga sotterranei.

Nell’episodio 16 della prima stagione si scopre che l'idea di nascondere un progetto di fuga in bella vista proveniva da una fattorina della pizza che aveva le braccia completamente tatuate. Essendo un ingegnere strutturale di talento che aveva progettato lui stesso il layout della prigione, Michael maschera i suoi piani attraverso tatuaggi in stile gotico che mostrano una battaglia tra angeli e demoni, insieme a motivi letterari e religiosi ordinandoli secondo l'alfabeto greco, da Alpha a Omega.

Non ci sorprende che Michael abbia studiato un piano del genere e lo abbia inciso sul suo corpo, sarebbe stato impossibile ricordare tutto dettagliatamente nonostante la sua formidabile intelligenza.

Scoprite un curioso dettaglio sul casting di Miller in Prison Break e a cosa si ispirano alcuni episodi di Prison Break.

Quanto è interessante?
1
Prison Break, cosa significa il tatuaggio di Michael Scofield