La reazione delle serie animate al Coronavirus: ecco come va avanti la produzione

La reazione delle serie animate al Coronavirus: ecco come va avanti la produzione
di

Le riprese di film e serie TV sono interrotte ormai da qualche settimana a causa dell'emergenza Coronavirus, ma nel frattempo gli autori delle serie animate hanno ideato dei metodi per mandare avanti la produzione nonostante la quarantena.

Un nuovo articolo dell'Hollywood Reporter, infatti, rivela che show targati 20th Century Fox TV come I Simpson, I Griffin, Bob's Burgers e Duncanville stanno utilizzando un programma chiamato Toon Boom (che per l'occasione ha reso disponibile la sua licenza gratuitamente per un mese) per lavorare virtualmente ai propri storyboard.

Altre serie animate, come per esempio Big Mouth, hanno completato la lettura del copione a distanza, mentre il compositore de I Griffin sta creando la colonna sonora in remoto facendo lavorare i musicisti dalle proprie abitazioni. Nel frattempo Bento Box, la casa di produzione che si occupa di Bob's Burger, ha fornito ai propri animatori il programma Harmony per permettergli di lavorare alle nuove animazioni.

"La produzione non ha saltato un giorno e non ha perso un attimo" ha affermato lo showrunner dei Simpson Al Jean. "Abbiamo intenzione di realizzare tutti i 22 show per cui abbiamo un contratto... Non c'è stato alcun cambiamento nel nostro modo di lavorare."

Anche Solar Opposites, la serie creata da Justin Roiland (Rick and Morty) per Hulu, ha "centralizzato la produzione e la post-produzione" facendo lavorare i propri animatori da casa in vista dell'uscita prevista per maggio. Per saperne di più, qui potete trovare il trailer ufficiale di Solar Opposites pubblicato proprio oggi da Disney.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
1