Quando Dunkirk di Christopher Nolan influenzò The Witcher di Lauren Hissrich

Quando Dunkirk di Christopher Nolan influenzò The Witcher di Lauren Hissrich
di

La prima stagione di The Witcher è approdata su Netflix da ormai una settimana, e spettatori di tutto il mondo hanno potuto guardare e dire la loro sullo show ideato e portato avanti da Lauren Hissrich, che qui racconta di una particolare influenza cinematografica che ha aiutato a modellare la serie.

The Witcher avrà anche appena debuttato, ma è già un successo di pubblico (un po' meno di critica) ed è di fatto uno degli show più richiesti in America.

La serie racconta, seguendo tre linee temporali diverse, le avventure del protagonista e degli altri due personaggi principali: Geralt di Rivia (Henry Cavill), Yennefer di Vengerberg (Anya Chalotra) e Ciri, Principessa di Cintra (Freya Allan).

Ma è proprio questa particolarità nel gestire la narrazione delle sue vicende, che differisce dal modo in cui vengono raccontate nei libri, ad avere delle radici inaspettate.

"La cosa divertente è che in realtà per la questione delle varie timeline mi sono basata sul film Dunkirk" rivela la showrunner della serie, Lauren Hissrich, in un'intervista.
"Lo avevo visto al cinema un po' di tempo prima di iniziare a lavorare sulla serie, e avevo letto quest'intervista brillante di Christopher Nolan in cui parlava di queste tre fasi per far sì che i soldati lasciassero la spiaggia. [Nolan] sosteneva che, se avesse raccontato... Diciamo che una fase durava un mese, un'altra una settimana, e l'ultima un giorno... Se avesse raccontato la storia seguendo questo schema, la prima fase avrebbe occupato gran parte del minutaggio, la seconda il resto, e l'ultima, quella che durava un giorno, sarebbe stata considerata meno importante, perché non avrebbe avuto altrettanto screen-time. Così facendo, invece, tutte e tre le fasi hanno avuto un minutaggio e un'importanza simile, ed è per questo motivo che ha utilizzato tale metodo".

E, tornando al suo The Witcher, spiega "E io ho avuto uno di quei momenti in cui ero sotto la doccia, sono saltata fuori e ho chiesto a mio marito 'sarebbe assurdo se facessi una cosa del genere con questa storia [The Witcher}? È assurdo dire che la storia di Ciri si svolge in due settimane, quella di Yennefer in qualcosa come 70 anni, e quella di Geralt in 20? È davvero assurdo?'".

A quanto pare, non è stato poi così assurdo, perché è così che poi è stata modellata la prima stagione dello show attualmente disponibile su Netflix.

E a voi è piaciuta questa trovata? Credete che sia stata ben realizzata? Fateci sapere nei commenti.

FONTE: IGN
Quanto è interessante?
6