Ragnar Lothbrok, come è morto nella realtà l'eroe di Vikings? Scopriamolo insieme

Ragnar Lothbrok, come è morto nella realtà l'eroe di Vikings? Scopriamolo insieme
di

Ragnar Lothbrok, è un re semi-leggendario che partendo da Kattegat ha regnato su Svezia e Danimarca nella seconda metà del IX secolo e che è stato protagonista della serie Vikings per 4 stagioni. La sua esistenza non è attestata con certezza ma, in base alle poche fonti storiche in nostro possesso, tentiamo di fare chiarezza sulla sua morte.

Nell'episodio conclusivo della prima parte della quarta stagione di Vikings, Ragnar fatto prigioniero da Re Aelle, viene prima torturato e, dopo aver subito l'incisione di una croce sul capo, viene gettato in una fossa piena di serpenti da cui gli è impossibile fuggire.

Sembra che la serie abbia deciso di ripercorrere il più possibile la storia leggendaria della sua morte, preannunciando poi l'ascesa dei suoi figli. Si ritiene molto spesso però che la figura di Ragnar Lothbrok sia stata basata su tre uomini diversi: il leader vichingo Reginherus, il re Horik I di Danimarca (che appare nella serie) e il re Reginfrid. Tenuto conto di ciò, il "vero" Ragnar sarebbe potuto morire in modi diversi.

Si dice che Reginherus (o Reginheri) sia stato ucciso, anche se i dettagli sono sconosciuti. Il re Horik I invece, insieme ad altri re, fu ucciso in una battaglia comabattuta contro le forze del fratello esiliato, Guttorm, tornato per reclamare il regno mentre, pare che re Reginfrid sia stato ucciso in un tentativo di invasione. Diciamo che far morire Ragnar Lothbrok in una fossa di serpenti sia stata una scelta azzeccatissima dal punto di vista televisivo, essendo certamente una dipartita più drammatica di quanto non sarebbe stata l'uccisione in battaglia.

Intanto, se siete curiosi di scoprire che fine ha fatto il corpo di Ragnar, date un'occhiata a questo interessante articolo.

FONTE: screenrant
Quanto è interessante?
5