Il reboot di The Office si farà? Le ultime voci fanno sognare i fan!

Il reboot di The Office si farà? Le ultime voci fanno sognare i fan!
di

Ora che lo sciopero della WGA si è concluso, si può tornare a parlare dei possibili progetti futuri in arrivo e in fase di sviluppo e, secondo quanto riportato da un nuovo articolo di Puck, sarebbe praticamente partito lo sviluppo del tanto vociferato reboot di The Office, serie con Steve Carell, a sua volta remake dell'originale di Ricky Gervais.

Mentre si cerca di capire a che punto è lo sciopero degli attori, la WGA e l'Alliance of Motion Picture and Television Producers (AMPTP) hanno rivelato di aver raggiunto un "accordo provvisorio", che potrebbe segnare la fine degli scioperi molto presto. Questo significa che un reboot di The Office potrebbe essere in fase di realizzazione.

Scrivendo su Puck News, secondo Matthew Belloni e Jonathan Handel è probabile che l'industria stia per dare il via a "una marea di annunci di progetti e casting che sono stati tenuti nascosti per paura di un cattivo esito delle negoziazioni o di violare le regole delle corporazioni".

Continuano: "Greg Daniels è pronto a fare un reboot di The Office, per esempio. Dana Walden della Disney potrà finalmente annunciare il ritorno del suo amico Ryan Murphy da Netflix. Arriveranno tantissime sceneggiature cinematografiche di alto profilo. L'industria tornerà alla normalità".

Daniels - che ha adattato la versione americana di The Office da quella britannica - aveva precedentemente dichiarato di non avere il tempo di partecipare a un reboot, ma nel marzo del 2022 sembrava aver cambiato idea.

Sebbene fosse ancora titubante, in virtù del fatto che sarebbe dovuto passare "molto tempo" prima di un ritorno di The Office per non "deludere" i fan, Daniels aveva spiegato che probabilmente lo affronterebbe nel "modo in cui The Mandalorian si è presentato come estensione di Star Wars. Ma non so se sarebbe qualcosa che la gente vorrebbe o meno, è difficile da dire".

Le voci di un reboot di The Office si susseguono ormai da parecchio tempo e sembra che la NBC abbia finalmente deciso di dare il via libera all'operazione, anche se attualmente non se ne conoscono i dettagli specifici. Difficilmente verrebbero mantenuti gli stessi toni dissacranti della serie con Steve Carell, visti i tempi attuali e l'ondata di politicamente corretto che sembrerebbe aver investito tutto il settore.