Resident Evil: Welcome to Raccoon City, Robbie Amell: "I fan dei videogiochi impazziranno"

Resident Evil: Welcome to Raccoon City, Robbie Amell: 'I fan dei videogiochi impazziranno'
di

Robbie Amell, l'interprete di Chris Redfield in Resident Evil: Welcome to Raccoon City, sembra particolarmente entusiasta del lavoro svolto dalla produzione, creando ancora più hype per la pellicola, particolarmente per chi ha familiarità con i videogiochi a cui si ispira. Ma vediamo perché.

Si era già capito dai trailer di Resident Evil: Welcome to Raccoon City che il nuovo film ispirato alla saga videoludica sarebbe stato abbastanza fedele al materiale d'ispirazione, ma cast e crew continuano a reiterare questo concetto (lo stesso sceneggiatore e regista di Resident Evil: Welcome to Raccoon City, Johannes Roberts, ne aveva decantato la fedeltà ai videogiochi), e Robbie Amell non fa eccezione.

"Ci sono stati decisamente dei momenti surreali. Quello che più mi ha colpito è stato quando ho messo piede per la prima volta sul set della Spencer Masion. Era proprio come nel gioco, identica. Johannes si è fatto dare da Capcom la planimetria della Spencer Mansion. E anche la stazione di polizia... Era tutto così surreale. E io ho avuto una sorta di esperienza extra-corporea. Fighissimo" ha raccontato in una recenta l'interprete di Chris Redfield.

"È assurdo, chi ama i giochi impazzirà guardando questo film. E all'inizio non saranno in grado di cogliere tutto, forse nemmeno alla seconda e terza visione" continua poi Amell, riferendosi ai riferimenti e i dettagli relativi ai videogame che sono stati inseriti nel live-action.

Sembra dunque che, a prescindere dalla riuscita della pellicola, difficilmente la critica che gli si potrà muovere sarà un totale sconvolgimento di storia, personaggi o anche elementi visivi.

Ma per scoprire come sarò davvero Resident Evil: Welcome to Raccoon City dovremo attendere la sua uscita al cinema... Ovvero tra pochissimi giorni.

FONTE: WGTC
Quanto è interessante?
4