Riverdale: il produttore parla di un possibile salto nel tempo durante la quinta stagione

Riverdale: il produttore parla di un possibile salto nel tempo durante la quinta stagione
di

Mentre aspettiamo la messa in onda del finale di Riverdale, Roberto Aguirre-Sacasa ha voluto rivelare qualcosa delle sue idee per la quinta stagione, in particolare cosa è cambiato dopo la sospensione dei lavori a causa dell'emergenza Coronavirus.

Parlando ai microfoni di TV Guide, il produttore dello show ha parlato delle difficoltà nate in seguito alla decisione di tagliare tre puntate dalla quarta stagione, che si sarebbe dovuta concludere con la fine dell'anno scolastico dei protagonisti: "Avevamo ancora due episodi e metà di un altro da girare. Ovviamente il grande evento che stavamo anticipando era la cerimonia di diploma dei protagonisti che avremmo mostrato nella puntata 22, però una volta che è iniziata la quarantena ho subito analizzato tutto quello che avevamo già girato dell'episodio 20, nonostante avessimo già completato le riprese della festa di fine anno, mancavano ancora molte scene importanti tra Archie e Veronica e tra Betty e Jughead. Molte serie sono riuscire a ricavare da episodi precedenti le scene che servivano, ma noi non potevamo".

Inoltre scopriamo anche che gli scrittori stanno ancora decidendo se mostrare il futuro dei protagonisti con un salto temporale nella quinta stagione: "Stiamo ancora decidendo, ci vediamo grazie a Zoom e discutiamo sempre sulle idee per la quinta stagione. Riprenderà tutto da dove ci siamo lasciati, vedremo cosa possiamo fare... Generalmente i salti in avanti funzionano ad inizio stagione, per questo stiamo esplorando diverse opzioni. Ma ti posso assicurare che i primi tre episodi racconteranno la storia della quarta stagione". Se cercate altre informazioni sulla serie vi lasciamo con questa intervista ad una regista di Riverdale.

FONTE: tvguide
Quanto è interessante?
1