Riverdale, Vanessa Morgan denuncia: "Sono sottopagata perché di colore"

Riverdale, Vanessa Morgan denuncia: 'Sono sottopagata perché di colore'
di

Dopo l'arresto di Cole Sprouse per aver partecipato ad una manifestazione di Black Lives Matter, i gossip dal set di Riverdale continuano ad arrivare e stavolta a denunciare un comportamento, a detta sua, scorretto della produzione è l'attrice titolare Vanessa Morgan.

Domenica mattina l'interprete di Toni Topaz nella produzione The CW ha infatti twittato il suo malcontento a proposito della rappresentazione fatta in TV delle persone afro-americane, che si tratti di media, serie o programmi d'intrattenimento.

"Sono stanca del modo in cui le persone nere vengono rappresentate dai Media, stanca che ci dipingano come pericolosi, bruti, criminali o individui collerici ed instabili. Stanca che usino personaggi di colore come semplici ed insipide spalle dei protagonisti bianchi, soprattutto se compaiono nelle pubblicità e nei promo, ma mai nello show. Inizia tutto dai media e non ho intenzione di tacere oltre."

In molti sono stati presi dal dubbio che si riferisse proprio a Riverdale, in cui è membro fisso del cast già da tempo, e la conferma non si è fatta attendere, poiché poche ore dopo l'attrice ha fugato ogni dubbio:

"È inconcepibile che sia l'unica attrice di colore della serie e anche quella che viene pagata di meno. Potrei andare avanti per giorni su quest'argomento".

A cavallo delle violente proteste e scontri che da un settimana scuotono le fondamenta degli Stati Uniti, molti esponenti dello spettacolo iniziano a scendere in campo al fianco dei manifestanti: a supporto del #blacklivesmatter anche Amazon Prime Video e Netflix che insieme ad altre piattaforme di riferimento quali YouTube e Twitch hanno manifestato il loro appoggio alla causa.

FONTE: tv line
Quanto è interessante?
5