Netflix

Sandman, Neil Gaiman commenta la scelta del cast: "Più difficile di quanto immaginassi"

Sandman, Neil Gaiman commenta la scelta del cast: 'Più difficile di quanto immaginassi'
di

Nei giorni scorsi è stato finalmente annunciato il cast di Sandman, l'attesissima serie Netflix basata sui fumetti scritti da Neil Gaiman tra il 1989 e il 1996 e dedicata ad una nuova versione di un personaggio dei fumetti della DC del periodo Golden Age. E proprio l'autore di questa graphic novel ha voluto dire la sua sulla scelta degli attori.

"Fare queste scelte è stato sicuramente più difficile di quanto immaginassi" ha detto Neiman, che poi in merito a Morte ha detto: "Centinaia di donne di talento provenienti da tutto il pianeta hanno fatto il provino, ed erano brillanti, ma nessuna di loro aveva ragione. Serviva qualcuno che avrebbe potuto dire la verità a Sogno, da un lato, ma anche essere quel genere persona che vorresti incontrare quando la tua vita è finita, dall'altro. E poi abbiamo visto l'audizione di Kirby Howell-Baptiste e abbiamo capito che con lei avremmo avuto la nostra Morte".

Su Desiderio, Gaiman rivela che il casting è avvenuto dopo che l'attore l'ha contattato su Twitter per esprimere il proprio interesse al ruolo: "Il fratello di Sogno è tutto quello che vuoi, quello che vuoi essere, chiunque tu sia. Desiderio è anche un problema per Sogno. Le famiglie sono complicate. Avevamo appena iniziato a cercare quando Mason Alexander Park (loro/loro) ha contattato su Twitter e ha lanciato la sua candidatura. Eravamo tutti elettrizzati".

La scelta sicuramente più controversa è stata quella di Johanna Constantine interpretata da Jenna Coleman. Nei fumetti Johanna infatti, non è la versione femminile di John Constantine, ma la sua tris-bis-bisnonna. E riguardo a questa decisione Geiman ha detto: "Questo personaggio di Sandman è diventato così popolare che ha anche avuto la sua serie spin-off. L'ho creata per ricoprire il ruolo che John Constantine ha svolto in passato. Quando abbiamo interrotto la prima stagione, dato che sapevamo che avremmo incontrato Johanna in passato, ci siamo chiesti cosa sarebbe successo se avessimo incontrato una versione di lei anche nel presente. Ci abbiamo provato e la sceneggiatura era più brillante, più esuberante e in qualche modo anche più divertente. Quindi, dopo averla scritta, dovevamo solo sceglierla. Jenna Coleman ci ha dato la Johanna dei nostri sogni: dura, brillante, astuta, perseguitata e probabilmente condannata".

Intanto, come era chiaro già da tempo, Tom Ellis non interpreterà Lucifer in Sandman.

FONTE: WGTC
Quanto è interessante?
4