Sanremo 2020, Junior Cally porta all'Ariston una canzone contro Salvini e Renzi

Sanremo 2020, Junior Cally porta all'Ariston una canzone contro Salvini e Renzi
di

Nella schiera dei 24 big in gara a Sanremo 2020 c'è anche Junior Cally, un giovane rapper romano che presenterà all'Ariston la canzone "Razzismo e mojito", che si preannuncia essere una delle più discusse dell'intera edizione a causa dei contenuti politici.

Il 29enne di Roma si è raccontato sulle pagine del Corriere della Sera. Nel corso dell'intervista ha affermato che "la politica ormai sta su internet e i populisti sono quelli che vorrebbero risolvere i grandi problemi con i video su Tik Tok e le soluzioni buttate lì. Le soluzioni si cercano studiando. In un passaggio parlo di razzismo e mojito e di qualcuno che da sconfitto ricrea un partito presentando cose vecchie sotto una nuova veste".

I riferimenti sono ovviamente ai due leader politici più social degli ultimi anni, Matteo Renzi e Matteo Salvini. Secondo Cally, "la politica ormai è attenzione ai social e voglia di apparire". Dalla canzone restano fuori i 5 Stelle ed il Movimento delle Sardine, ma il rapper ha voluto specificare che "non mi rappresenta nessuno ma non trovo giusto dire “non me ne frega nulla della politica”. Delle Sardine però apprezzo che ci siano giovani che tornano in piazza per dire la loro".

Ancora una volta quindi la politica si intreccia con la kermesse musicale. Ad aprire le danze erano state le polemiche in merito alla presenza di Rula Jebreal sul palco di Sanremo 2020.

Quanto è interessante?
1