Secondo lo showrunner, Krypton definirà cosa rappresenti la "Casata degli El"

di

Attesa su Syfy durante la terza decade del mese corrente, la serie di Krypton narrerà la storia degli antenati di Kal-El/Superman sul suo pianeta natale. A tal proposito, Syfy ha rilasciato in rete un lungo making of per fornire al pubblico tutte le informazioni necessarie sullo show e sui contenuti che questo proporrà.

Intitolato ‘Making of the Legend’ e visionabile in chiosa all’articolo, il filmato della durata di ben 22 minuti ci permette infatti di familiarizzare con buona parte del cast e delle location che conosceremo fra poche settimane soltanto. Ambientato due generazioni prima che Krypton venisse distrutto, il serial vede per protagonista Seg-El (Cameron Cuffe), ovvero il leggendario nonno del nostro Uomo d’Acciaio preferito, il quale deve affrontare un conflitto atroce: salvare il proprio pianeta morente o lasciare che venga distrutto, così da non alterare il fato del suo eroico discendente.

Con la leadership di Krypton in disordine e la Casata degli El ostracizzata, Seg si trova in una posizione alquanto difficile. Ha il compito di riscattare l’onore della sua famiglia e ripulire il suo buon nome, ma deve anche proteggere coloro che ama da personaggi DC Comics del calibro di Brainiac (Blake Ritson). Lo showrunner Cameron Welsh ha recentemente promesso che la posta in gioco sarà molto più alta di quanto si aspettino al momento i fan. Il nonno di Superman, Seg-El, avrà il suo ben daffare e dovrà cercare in tutti i modi di essere all’altezza del suo famosissimo nipote, che secondo lo stesso Adam Strange diverrà il più grande eroe di tutti i tempi.

Il Krypton che abbiamo visto nelle pellicole cinematografiche era ad un passo dall’esplosione. Non ne approfondiamo la cultura, non scaviamo nella società e nella gente che lo popola. Nella maggior parte delle rappresentazioni ci avviciniamo soltanto, mentre [in Krypton] entreremo nello specifico ed esploreremo nel dettaglio questo mondo. Dopotutto, se questo è il pianeta che ha visto nascere il più grande eroe di tutti i tempi, cosa ha questo questo mondo di così speciale? Certo, Superman è quello che è anche grazie all’educazione che ha ricevuto sulla Terra da Martha e Konathan Kent, ma io penso che una parte di questo vada ricercata anche nel suo DNA e che abbia a che fare con la sua natura kryptoniana. Ma allora cos’è? È proprio questo che esploreremo nello show: cosa rende speciali queste persone? La risposta è nella Casata degli El e nel suo retaggio.

Il mondo di Krypton è ricco di gilde e famiglie privilegiate, ma presenta anche una moltitudine di individui appartenenti alla cosiddetta casta dei “Rankless” (senza rango). È qui che inizia la storia di Seg: il suo obiettivo è ripristinare il buon nome della Casata degli El e restituirle la sua antica gloria perduta.

All’inizio del nostro show, vediamo che Seg è molto distaccato da quel [retaggio]. L’essere finito tra i Rankless l’ha portato a dissociarsi dal suo passato e dalla sua eredità, e questo sarà per lui un viaggio di scoperta di quel preciso retaggio. [Dovrà scoprire] cosa significhi essere un El, cosa gli El abbiano sempre rappresentato. Abbiamo visto un po’ di questi elementi nella fortezza, quando abbiamo ammirato le finestre e le storie degli El del passato. Imparerà che gli El, per moltissime generazioni, sono stati intrecciati nel tessuto stesso di Krypton ed è questo, in parte, a renderlo così speciale. Seg comincerà a comprendere che fa parte di quel lignaggio e questo lo spronerà a intraprendere il percorso dell'eroe. […] Quando lo incontriamo per la prima volta, è solo un ragazzino senza rango. È un ragazzo di strada che ruba e fa il vagabondo, senza un scopo o un’identità. Questo è il viaggio che compiremo con lui: scoprirà chi sia e cosa vuole fare.

Prodotto da Warner Horizon Scripted Television e Phantom Four per Syfy, Krypton vede David S. Goyer (Man of Steel, Batman v Superman: Dawn of Justice, Il Cavaliere Oscuro) nei panni di produttore esecutivo, mentre Cameron Welsh funge da showrunner. Nello show figurano anche Shaun Sipos nei panni del viaggiatore temporale terrestre Adam Strange, Georgina Campbell (Broadchurch), Elliot Cowan (Da Vinci’s Demons), Ann Ogbomo (World War Z), Rasmus Hardiker (Your Highness), Wallis Day (Will), Aaron Pierre (Tennison) e Ian McElhinney (Game of Thrones).

La serie esordirà il prossimo 21 marzo su Syfy. Non sarà collegato a serie come Arrow, The Flash o Supergirl, quindi non vedremo l’attore Tyler Hoechlin svolazzare in giro nei panni di Superman, ma non è escluso che il serial non possa proporci - col tempo - una propria versione dell’Uomo dell’Acciaio. Vi riterreste soddisfatti qualora avvenisse davvero o l’idea di aver (ancora) un altro Superman non vi aggrada affatto?

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1