Segreti e tragedie hanno caratterizzato lo scorso episodio di Legends of Tomorrow!

di

L’episodio di Legends of Tomorrow trasmesso la notte scorsa ha finalmente fornito ai fan una risposta al quesito che, da diverse settimane ormai, affliggeva i sostenitori della coppia nata durante la stagione corrente.

Ci siamo chiesti per diverso tempo chi o “cosa” fosse realmente l’agente Ava Sharpe dell’Ufficio del Tempo, e Legends of Tomorrow ha infine svelato la verità. Dal momento che Rip Hunter aveva ordinato a Gideon di cancellare delle informazioni sul conto si Ava (Jes McCallan), affinché Sara Lance/White Canary (Caity Lotz) non le scoprisse mai, i fan avevano speculato che la donna fosse un robot, un clone, un anacronismo, o addirittura una parente del supereroe DC Comics Booster Gold.

Ebbene, nel corso della puntata di ieri è emerso che Ava è davvero un clone proveniente dal futuro, anche se la sua storia (o le sue origini, se preferite) non sono ancora state chiarite. Quando Ava è scomparsa per qualche giorno, Gary, Sara e Ray hanno investigato sulla sua misteriosa assenza e prolungata assenza, scoprendo che la donna ha dei legami con l’anno 2213, che finora è sempre stato rigorosamente off-limits.

Come prevedibile, nulla è davvero off-limits per le Leggende, ragion per cui queste hanno subito viaggiato nel tempo, raggiungendo una nave madre rubata all’Ufficio del Tempo. Quel che hanno trovato al suo interno le ha però lasciate senza parole: un intero mondo abitati dai cloni di Ava e creati dalla cosiddetta “Ava Corporation”. Confuso, il trio è finito in una fabbrica di cloni e ben presto è stato raggiunto dalla stessa Ava Sharpe, la quale, almeno fino a quel momento, era ignora di essere un clone.

Non solo la donna è diversa dalle altre Ava, ma nemmeno conserva i ricordi della sua creazione. Sara ha dunque sospetto che Rip possa avere qualcosa a che fare con questa macabra situazione, ma le domande sollevate dalla faccenda non hanno ancora trovato risposta. Cosa ci fosse nei file cancellati da Rip e le finalità delle tante Ava restano quindi un mistero.

Mentre Sara e gli altri esploravano la Vancouver del 2213, Nate (Nick Zano) e Wally (Keiynan Lonsdale) si sono recati nel 2018 per verificare che Mari McCabe/Vixen, nipote di Amaya (Maisie Richardson-Sellers), stesse bene. La donna, in seguito agli stravolgimenti temporali provocati dalle Leggende e dai Darhk, non ha più il proprio totem, ciononostante continua a combattere il crimine a Detroit.

È proprio lì che il team si è imbattuto in Kuasa (Tracy Ifeachor), la quale ha unito le forze con le Leggende per sottrarre a Nora Darhk - ormai posseduta da Mallus - il Totem di Anansi che da generazioni appartiene alla sua famiglia. Sfortunatamente non tutto è andato come previsto, in quanto la donna ha messo nei guai Nate, poiché il suo amore per Amaya rappresenta una minaccia per la stessa esistenza di Mari e Kuasa.

Entrata in possesso del totem, la criminale ha successivamente avuto dei ripensamenti, per poi restituire il mistico artefatto alla propria nonna e aiutare le Leggende a salvare la vita del metaumano. Scoperto il tradimento di Kuasa, Mallus/Nora, dopo aver perduto il Totem di Anansi e lo stesso Nate, ha strappato via il Totem dell’Acqua dal petto di Kuasa, lasciandola a morire tra le braccia di una disperata Amaya.

In seguito, ormai a bordo della Waverider, Nate ha cercato di consolare la compagna e prendersi la responsabilità per quanto è accaduto, ma Amaya non ha voluto ascoltarlo. Sembra dunque che la loro relazione sia effettivamente finita, ma la morte di Kuasa potrebbe avere importanti ramificazioni per la timeline. Determinata a salvare la sua famiglia, Amaya è invero saltata su una nave temporale e si è recata nel 1992, apparentemente intenzionata a fermare gli uomini che, in passato, hanno distrutto lo Zambesi.

Uno dei concetti fondamentali di Legends of Tomorrow è che alcuni elementi del passato devono necessariamente restare invariati, e questi includono gli eventi che hanno avuto un impatto diretto sulle stesse Leggende. Il ritorno di Amaya nel passato, con la precisa intenzione di cambiare le sorti della sua famiglia, viola le regole principali del team e, data l’attuale fragilità della timeline, non può essere affatto sottovalutata. Ora che la prigione temporale di Mallus contiene a malapena il suo immenso potere, quest’eventuale danno inflitto alla timeline potrebbe realmente liberare il demone tanto temuto da Rip Hunter.

Legends of Tomorrow torna ogni lunedì su The CW.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2

Le ultime Serie TV/Telefilm in Cofanetto BluRay o DVD le trovate in offerta su Amazon.it