Sembra che The Walking dead subirà davvero radicali cambiamenti nella nona stagione

di

Il The Walking Dead che conoscevamo è finito. Lo show dovrebbe ripresentarsi interamente rinnovato in occasione della stagione 9, in quanto Scott Gimple, lo showrunner in partenza, ha scelto la tanto ammirata scrittrice/produttrice Angela Kang per prendere le redini della serie.

Con un nuovo showrunner e nuovi personaggi, The Walking Dead è pronto per essere uno show più incentrato sulla creazione della vita piuttosto che sulla sua distruzione. Se Siddiq (Avi Nash) e Georgie (Jayne Atkinson) rimarranno nella storia - e speriamo di sì - si accenna a rivoluzioni tematiche o a trasferimenti di focus ora che il distruttivo conflitto tra Rick (Andrew Lincoln) e Negan (Jeffrey Dean Morgan) è finalmente terminato.

La stagione di The Walking Dead si aprì con un hadith islamico. È quindi giusto che, tutto sommato, le visioni di sereni pascoli nel verde lussureggiante - che rappresenta la pace e la vita e la fertilità nella cultura islamica - si stagliassero all'orizzonte. Come collegamento vivente di Rick con Carl (Chandler Riggs), Siddiq ha ricordato a Rick che la pace è un'opzione, e così Rick ha fatto la sua scelta.

Siddiq, con la sua istintiva empatia e capacità di guarire e nutrire, è un ponte metaforico per ottenere una pace almeno momentanea che spinge le persone intrappolate in questo inferno verso la prosperità. Siddiq ha portato The Walking Dead più vicino a un futuro fiorente, quello in cui i bambini giocano invece di impugnare AK. Sebbene non si sia vista nel finale, anche l'incombente influenza di Georgie (Jayne Atkinson) sembra imminente. Con l'occhio rivolto all'utilizzo della conoscenza e della scienza per produrre frutta (e moltiplicarla), Georgie è una delle poche persone su The Walking Dead focalizzata sulla prosperità invece che sulla sopravvivenza.

Che Georgie abbia barattato per la musica suggerisce che il nuovo Walking Dead potrebbe non solo essere più calmo e più espansivo nella sua visione del mondo, ma anche più strategico e più colto. Libri e arte, come dice Georgie, significano che la società è fiorente; sono indicatori di persone che vogliono qualcosa di più della sopravvivenza primaria. "Per essere chiari, questo non è un regalo, è un baratto, tornerò e per allora mi aspetto grandi cose", dice a Maggie (Lauren Cohan), suggerendo abbondanza. Georgie potrebbe benissimo essere il leader ottimista di cui si sente un disperato bisogno; se questo significa una possibile resa dei conti con Maggie, tanto meglio. Ma dopo anni passati a guardare gli uomini condurre le persone in battaglia per cose essenziali come il cibo e la medicina, la vista di una donna carismatica e intelligente che porta le persone all'invenzione, alla crescita e alla semina per il futuro sembra davvero allettante.

Il caos e la violenza hanno regnato sovrane per così tanto tempo; è il momento di ottimismo, stabilità e segni di progresso. The Walking Dead tornerà in Autunno, si spera profondamente cambiato come tutto sembra suggerire.

FONTE: tvguide
Quanto è interessante?
5

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!