Sherlock: Benedict Cumberbatch sull'ipotesi di una donna nel ruolo: "Perché no?"

di

Lo scorso giugno la BBC ha annunciato che il nuovo protagonista di Doctor Who sarebbe stata per la prima volta in oltre cinquant’anni una donna, Jodie Whitaker, e in una recente intervista Benedict Cumberbatch si è chiesto se lo stesso non potrebbe avvenire per Sherlock.

Parlando con Variety del polverone suscitato dall’annuncio di BBC, riconducibile all’hashtag #NotMyDoctor, l’attore britannico si è confessato davvero perplesso dalla reazione del pubblico: “È un alieno. Perché non può essere una donna. Perché non può essere di qualsiasi altro gender? A me sinceramente non importa. Non parlo come qualcuno che ha la verità in tasca o come un fan che ha un opinione molto forte. Parlo come qualcuno che semplicemente vuole vedere la performance di Jodie Whitaker nei panni di Doctor Who. Penso sia un’attrice straordinaria e noi siamo fortunati – culturalmente parlando – che lei abbia accettato la parte, al di là di qualsiasi discorso sul fatto che sia giusto o sbagliato”.

A questo punto la domanda sorge spontanea: ‘Anche un altro ruolo iconico come quello di Sherlock potrebbe essere interpretato da una donna?’. La risposta di Cumberbatch è chiara: “Perché no? Per me non ha importanza. ‘Sherlockina sta per arrivare’”.

Cumberbatch sta promuovendo attualmente l’arrivo di The Child in Time, film per la BBC tratto dal romanzo di Ian McEwan, mentre a fine novembre sarà nelle sale americane con The Current War, dove interpreterà l’inventore Thomas Edison.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
1